Ana Sezione di Milano - Content
xxx
Associazione Nazionale Alpini - Gruppo di San Vittore Olona- Via Alfieri - 20028 San Vittore Olona (MI) tel: 3333450040 - sanvittoreolona.milano@ana.it
Visita il sito
 Il Gruppo :
 Home
 Dove Siamo
 Storia del Gruppo

 Attivitą :
 Protezione Civile
 Squadra Intervento Alpino
 Scuole

 Mediateca :
 Immagini
 Biblioteca
 Archivio Articoli
 Archivio Notiziari

 Statistiche
 Web Links
 

 Downloads

Aggiungi ai preferiti

Contatta il webmaster
22:16:20
Data : 27-01-2022
GMT : +0100

 Cerca :
 Cerca nel sito :



 Cerca fuori :






pagine viste dal September 2007

 Linkaci :


Gruppo Alpini San Vittore Olona


User Info
Benvenuto, Anonymous
Nickname
Password
Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: nonaspowers
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 79

Persone Online:
Visitatori: 155
Iscritti: 0
Totale: 155

Successivo 0 Eventi.

Non ci sono eventi disponibili
tutti gli eventitutti gli eventi festeradunicoriconsiglioincontri
esibizionidisnarelloprotezione civilemanifestazioni 

Messa di Natale 2021 (Gennaio 2022)
Sezione ANA Milano

MESSA DI NATALE 2021

Anticipando la data canonica del  25 dicembre:  celebrazione del Santo Natale,  gli  alpini si sono ritrovati   la domenica del 12/12/2021 per mantenere la promessa  fatta dal Ten. Prisco e ormai statutaria  per l’Associazione Nazionale Alpini … per non dimenticare i nostri morti, quelli che non tornarono più a “baita“ e  quelli che successivamente   fino ai nostri giorni posero” lo zaino a terra” . La cerimonia iniziata già sul piazzale del Duomo di Milano e proseguita  con la celebrazione della S.ta Messa  si concluse con l’onore ai Caduti  presso il Sacrario Militare di Piazza Sant’Ambrogio. Due devozioni  (quella religiosa e quella civile) si sono unite in un dovere che coinvolse totalmente la ns. Associazione. Purtroppo le disposizioni necessariamente imposte dall’autorità sanitaria hanno frenato l’affluenza degli Alpini in particolar modo dalle sezioni più lontane (ho visto il vessillo di Gemona, città che non si trova dietro l’angolo   e questo significa   qualcosa) comunque eravamo veramente in tanti schierati davanti a quella bellezza mondiale chiamata Duomo; siamo persino entrati in Chiesa durante la S.ta Messa, cosa non prevista fino all’ultimo se non ai prenotati fino a numero chiuso  oltre all’aumento delle presenze consentite nel piazzale antistante: indubbiamente riandando alle precedenti annate eravamo in numero minore ma la nostra splendida Associazione c’era per intero, omaggiata dalle numerose presenze civili e militari. (a tal proposito e non voglio offendere nessuno ci mancherebbe altro, in queste manifestazioni di largo respiro ci sono sempre dei “sassolini nelle scarpe” chiamati  interventi celebrativi: purtroppo abbastanza  spesso, superano  quel tempo dopo il quale non ti ascolta più nessuno  con la scontata conseguenza che, quegli stessi  interventi, si  ritorcono sugli  oratori ma espressi  con la fantasia degli astanti che si sbizzarrisce   in quei molteplici idiomi di cui è ricca la nostra lingua, dialetti compresi).

Postato da morang il (106 letture)
(Leggi Tutto... | 8977 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Relazione Morale 2021 (Gennaio 2022)
Gruppo

RELAZIONE MORALE 2021

Innanzi tutto dopo avere reso il doveroso omaggio alla Bandiera, invito a un momento di raccoglimento in ricordo di quanti, alpini ed amici ci hanno lasciato nel corso dell’anno anche a causa della maledetta pandemia che tutt’oggi continua a condizionare le nostre vite, nonché alle persone a noi vicine che sono andate avanti come il nostro Socio e Amico Angelo Amboldi e l’ indimenticabile Presidente Beppe Parazzini. E’ indubbio che la situazione pandemica abbia condizionato e continui ad influire sulla nostra vita associativa con conseguenze negative e preoccupanti per quanto riguarda il futuro associativo e il fatto che questa situazione coinvolga anche altre forme di associazionismo non contribuisce certo a mitigare l’amarezza nel vedere la disaffezione nel frequentare la nostra sede, una latitanza che solo in parte è compensata dalla presenza alle, seppur poche, manifestazioni alle quali abbiamo partecipato. Infatti per l’organizzazione della vita del gruppo è indispensabile la presenza fisica dei soci, qualsiasi carica ricoprano, perché è frustrante ritrovarsi in una sala vuota  e questo mi riporta alla parte finale della mia ultima relazione dello scorso marzo dove mi auguravo di essere smentito su questo tema ma che purtroppo ha avuto l’amara conferma di come divano, TV e pigrizia abbiano soppiantato la gioia di stare insieme ultimamente rafforzata dal fatto di avere dovuto annullare gli ultimi disnarelli, unica occasione di ritrovo fra i soci. Naturalmente anche a livello Nazionale le conseguenze si sono fatte sentire con l’esempio più eclatante dell’annullamento per il secondo anno consecutivo della nostra festa più importante, l’Adunata Nazionale tutt’ora in forse visto il nuovo propagarsi del virus,  mentre come Sezione è stata realizzata la Festa d’autunno purtroppo rovinata dal maltempo preceduta dall’Assemblea Generale tenutasi lo scorso 30 maggio che ha visto subentrare alla Presidenza Sezionale Valerio Fusar Imperatore.

Postato da morang il (11 letture)
(Leggi Tutto... | 9181 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Verbale dell'Assemblea (Gennaio 2022)
Gruppo

VERBALE  ASSEMBLEA GENERALE DI GRUPPO

Come richiesto da regolamento. Il numero delle presenze fu soddisfacente: diciamo  un buon 50%  degli iscritti; va considerata l’impossibilità di alcuni a presenziare per svariati e validi motivi  anche se rimane difficile giustificare l’assenza di  qualcun altro. La partecipazione della Sezione fu garantita dal consigliere  Piccioni del gruppo di Legnano. Come da prassi  il saluto alla bandiera fu seguito  dal ricordo di quanti “posero lo zaino a terra”: Angelo Amboldi del nostro gruppo   assieme al mai scordato Beppe Parazzini mitico Past-President della nostra Associazione. La relazione morale del capogruppo  riassunse a grandi linee il lavoro annuale svolto e  contrassegnato da difficoltà  originate in special modo dalle costrizioni imposte dalla pandemia che anche quest’anno ci pone un po’ tutti  con le spalle al muro. Ovviamente questo rischia di rendere maggiormente difficoltosa la nostra vita associativa a tal punto da diventare un grosso dubbio circa la nostra più grande manifestazione associativa, leggesi  adunata nazionale. Sarebbe per la terza volta con, a seguire, tutte le varie attività di ogni singola sezione o gruppo. Nonostante tutto ciò l’elenco di quanto fatto durante  l’anno 2021  ci offre lo spunto per una piccola soddisfazione e quel tanto o poco che abbiamo realizzato  ci porta a  non perdere la fiducia nel domani. Il capogruppo rimarcò ancora una volta l’importanza della compartecipazione alla vita associativa, al nostro ritrovarsi in sede e  se non proprio a cadenze consacrate, a non scomparire con  assenze quasi annuali; tutto questo non è  incoraggiante a quanti nei modi più svariati si sforzano di tirare la “carretta“.  Varie le manifestazioni che ci hanno trovati impegnati: la Protezione Civile, il sito internet, il ns. notiziario   valido elemento di coesione fra i soci, il   25 aprile, Nassiriya, 4 novembre con il ricordo dei caduti e l’incontro con le scuole, la castagnata presso la casa riposo, il  supporto  nell’attività vaccinale anti-covid 19 espresso in svariate modalità, la  visita ai cimiteri, ai nostri amici andati avanti  ma non dimenticati, a seguire l’operazione Banco Alimentare dove l’incontro con la cittadinanza ci testimonia ancora una volta quanto sia la fiducia della gente nei nostri confronti, quasi una garanzia sulle loro offerte e , vivaddio, a confermare come la “ Penna Nera” significhi qualcosa per la nostra Comunità. Il ringraziamento del capogruppo a quanti si danno ”daffare” fu accompagnato dalla richiesta di un “cambio” per il prossimo mandato con la speranza di nuove idee meglio se supportate da ricambi   non penalizzati dalla carta d’identità. La relazione finanziaria  concluse la prima parte della serata  con la riconferma sulla quota associativa e del rinnovo dei consiglieri già in carica (tanto per non cambiare quanto su detto). Ambedue le relazioni senza particolari interventi furono approvate all’unanimità. Il consigliere sezionale relazionò i presenti  sulle novità inerenti alla cerimonia della S.ta Messa di Natale in quel di Milano e sulla partecipazione alla Fiera dell’Artigianato con uno spazio propositivo sull’attività della  ns. Associazione oltre a comunicare come la Sezione si sia offerta ad intervenire e supportare  l’intervento di restauro di una guglia del Duomo di Milano. Fra parentesi va detto come uno degli artisti che si occupano di questo settore  sia il maestro e scultore Gagliardi Nicola residente nel nostro comune, autore di varie opere   ad  esempio  le porte bronzee della Chiesa Parrocchiale per quanto ci riguarda assieme al risanamento del famoso Alberto da Giussano  battezzata dai Legnanesi “l’Alberton” e, oltre svariate manifestazioni artistiche, impegnato nel restauro e  realizzazione di oltre 150 copie di santi e profeti posizionati sulle guglie del Duomo di Milano; come a dire: una gloria per la nostra cittadina. Concludendo il consigliere rimarcò il dovere di una sinergia fra i soci del gruppo  evidenziando come questa pandemia sia una difficoltà  decisamente negativa ma dal quale bisogna assolutamente uscirne con buona volontà, fiducia e nuove energie; tutte cose che ci hanno insegnato quanti ci hanno preceduto e loro fra guerre varie e l’Italia ridotta ad un cumulo di macerie la sapevano lunga.

                                                        PIO

                                                                                                        

Postato da morang il (7 letture)
(commenti? | Voto: 0)



A margine del 4 novembre (Gennaio 2022)
Gruppo

A MARGINE DEL 4 NOVEMBRE

Anche se sarebbe più giusto dire “al centro” delle manifestazioni del 4 novembre, si perché se fra gli articoli che compongono il nostro Statuto associativo uno dei più importanti, se non il più importante a mio parere, è quello che ci impone di tramandare alle nuove generazioni le nostre memorie storiche ed i valori che stanno alla base dell’A.N.A., la ripresa finalmente dopo due anni degli incontri con i bambini delle scuole è qualcosa che ci riempie di gioia. Quindi seppur in forma ridotta a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza COVID siamo ritornati ad incontrarci con i nostri piccoli amici la mattina di giovedì 4 novembre, per noi sempre la data “ufficiale” della ricorrenza, e presso la Scuola Elementare paritaria di San Vittore Olona ci siamo intrattenuti per circa un’ora con gli alunni delle 5° classi oltre che di S. Vittore anche di Cerro Maggiore che ci hanno raggiunto in colonna per l’occasione. E quest’anno l’occasione era davvero speciale, infatti assieme al sottoscritto, era presente il nostro Socio Maggiore Davide Olgiati, in forza presso il 5° Reggimento Alpini di Vipiteno in licenza quei giorni che ha parlato ai ragazzi della sua esperienza con le stellette, degli scopi e delle finalità degli interventi ai quali ha partecipato in diverse parti del mondo con i contingenti delle Forze di Pace riscuotendo un notevole successo fra i ragazzi che, dopo il primo imbarazzo, l’hanno subissato di domande. E’ stata veramente una bella esperienza grazie anche al lavoro di preparazione svolto dagli insegnanti Elena e Loris ai quali va il nostro ringraziamento per averci spianato la strada e ai quali abbiamo rinnovato l’invito a venire a trovarci nella nostra casa. Lasciata la Scuola paritaria, ci siamo diretti alle Scuole Statali dove ci hanno raggiunto un altro paio di soci, il Sindaco Daniela Rossi e un rappresentanza della polizia Locale per la cerimonia dell’Alzabandiera alla presenza dei più numerosi alunni delle 5° classi che, inquadrati dalle maestre Loredana, Giulia, Giusy ed Alice, si sono schierati ed hanno cantato l’Inno Nazionale con partecipazione. Terminata la breve cerimonia, abbiamo accompagnato i bambini a rendere omaggio alla Tomba dei Caduti nel vicino cimitero dove è stato deposto un omaggio floreale, recitata la Preghiera ed ascoltato i pensieri dei bimbi. A termine abbiamo fatto ritorno a scuola e qui si è verificato un episodio veramente commovente. Infatti quando quasi tutti erano già rientrati nell’Istituto e mi stavo accomiatando dalla maestra una bimba, Aurora, è tornata indietro e mi ha messo in mano un portachiavi raffigurante un piccolo alpino con zaino in spalla e sguardo rivolto all’orizzonte dicendo che lo aveva comperato apposta per donarcelo in quella occasione. Inutile dire che la cosa ci ha commosso e personalmente non sono stato capace di dire nulla se non un piccolo grazie, per un gesto sicuramente importante. Grazie quindi Aurora, grazie a te, e grazie alle brave maestre (e maestro) che ci hanno consentito di passare una bella mattinata.

Franco

Postato da morang il (6 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Auguri ai nostri Veci (Gennaio 2022)
Gruppo

AUGURI AI VECI

Nello scorso mese di novembre, abbiamo avuto il piacere di festeggiare il traguardo dei 90 e 92 anni di due nostri Soci: Isidoro Toso e Gildo
Lampugnani. Isidoro, accompagnato dal figlio Giorgio ha festeggiato il compleanno in sede, mentre Gildo, rispettando le norme di distanziamento, ha ricevuto la visita di una piccola delegazione presso la sua abitazione di Nerviano. Ad entrambi è stata donata una targa di ringraziamento a nome del Gruppo per l’impegno e la presenza sempre dimostrata, esempio e stimolo di partecipazione per tutti i Soci.

Postato da morang il (6 letture)
(commenti? | Voto: 0)



A margine della Messa (Gennaio 2022)
Gruppo

A MARGINE DELLA MESSA

Volevo portarvi a conoscenza di una bella impressione riportata al termine della sfilata che ha concluso la cerimonia della messa in Duomo a Milano dello scorso 12 dicembre. Succede che in questa occasione, a causa della rotazione fra i Gruppi della Sezione, il nostro Gruppo sia stato incaricato di portare uno degli striscioni che hanno inframmezzato i vari blocchi del corteo che da l Duomo è arrivato al Sacrario in Piazza S. Ambrogio. Per questo motivo nei giorni precedenti ho rotto l’anima un po’ a tutti per trovare le persone che svolgessero questo compito, oltre al servizio con il Gagliardetto e con il Gonfalone del Comune (che alla fine è risultato assente) assicurando la propria presenza ed alla fine tutto è filato liscio grazie anche alla bella giornata. Ma quello che mi ha fatto veramente più piacere è stato ricevere alla fine i ringraziamenti di un nostro Socio presente per la prima volta alla manifestazione che non finiva di ringraziarci per averlo convinto a partecipare (anche se ha dato da subito la sua disponibilità) ed avergli permesso di vivere questa bella giornata alpina in una atmosfera di condivisione con i fratelli con la penna. Vi confesso di essermi sentito appagato per avere condiviso la gioia che provo ogni volta che mi capita di partecipare alle nostre manifestazioni che per chi le vive da sempre sono la norma, ma diventano una piacevole sorpresa per chi le vive per la prima volta. Grazie amico per le belle parole e naturalmente sarai presente nelle prossime occasioni.

Franco

 

 

Postato da morang il (7 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Celebrazioni del 4 novembre (Dicembre 2021)
Gruppo

CELEBRAZIONI DEL 4 NOVEMBRE


Tutti sanno o  dovrebbero sapere cosa significhi questa data per la nostra  Nazione: giornata dell’unità nazionale  e delle forze armate assieme al ricordo dei caduti di tutte le guerre;  è quanto ha celebrato la nostra comunità cittadina in data odierna  domenica 7/11/21. Il programma  si svolse regolarmente: Santa Messa, onore al monumento dei caduti e successiva visita al cimitero  con relativo alzabandiera e l’ esecuzione dell’ inno nazionale  assieme alla popolazione a dir il vero un po’ risicata oltre ad una rappresentanza degli alunni delle scuole che parteciparono con letture inerenti alla cerimonia: come ovvio, corre l’obbligo di un ringraziamento ai loro insegnanti. Il discorso finale  del sindaco concluse la mattinata. A questo punto  uno potrebbe commentare  “allora come gli altri anni?” e no perché  questa ricorrenza a cadenza annuale  venne arricchita,  in maniera unica ed irripetibile, da un momento di particolare importanza con  la cerimonia di intitolazione del piazzale antistante il cimitero al Milite Ignoto decorato di  medaglia d’oro  e  con il suo  conferimento della cittadinanza onoraria.

Postato da morang il (171 letture)
(Leggi Tutto... | 7173 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Uscita SIA (Dicembre 2021)
Squadra Intervento Alpino

USCITA S.I.A.

E finalmente dopo la forzata sosta dovuta alla pandemia, a distanza di oltre un anno la squadra ha potuto effettuare l’uscita in montagna e la scelta della destinazione non poteva essere più appropriata: la visita e l’omaggio alla targa Mazzucchi in Grigna, quasi un ritorno alle origini della SIA quale auspicio di una nuova ripartenza. Ritrovo come sempre a Ballabio e salita ai Piani dei Resinelli dove, lasciate le auto, abbiamo intrapreso la salita che lungo il Sentiero delle Foppe ci ha condotto al Rifugio Rosalba da dove, dopo una breve sosta per ricompattarci, siamo ripartiti verso il Colle Garibaldi proseguendo poi verso il canalone dove è posta la targa in memoria di Giorgio Mazzucchi figlio di Franco, l’indimenticato fondatore della Squadra. Deposto un mazzo di fiori e recitata la Preghiera dell’Alpino, abbiamo fatto ritorno al Colle dove in un clima di ritrovata e sospirata amicizia abbiamo consumato il pranzo al sacco prima di fare ritorno a fondovalle soddisfatti di avere nuovamente mantenuto l’impegno preso anni fa, con la gioia di avere condiviso una splendida giornata con gli amici di sempre e l’augurio che questa sia solo la prima tappa di una ritrovata quotidianità.

Franco

Postato da morang il (20 letture)
(commenti? | Voto: 0)



A scuola con la protezione civile (Dicembre 2021)
Protezione Civile

A SCUOLA CON LA PROTEZIONE CIVILE

Martedì 26 e mercoledì 27 ottobre si sono svolte in numerosi Istituti della Città Metropolitana di Milano degli incontri tra i Volontari e gli studenti allo scopo di illustrare le varie realtà che compongono la Protezione Civile. Personalmente ho partecipato alla giornata del 27 presso l’ITIS e Liceo Cartesio di Cinisello Balsamo dove nel corso della mattinata centinaia di studenti hanno interagito con i volontari che hanno mostrato alcune delle attività svolte in ambito di P.C. facendoli partecipare attivamente alle “esercitazioni” il tutto sotto la guida della Preside Chiara Arena, della Referente Prof.ssa Barbara Maltecca nonché di tutti gli altri insegnanti dei vari Istituti che hanno partecipato all’evento ai quali va il nostro ringraziamento per il loro impegno ed averci consentito di fare conoscere la P.C. ai giovani. Gli studenti infatti provenivano anche dal Liceo Casiraghi, dall’Istituto Montale, dagli Istituti de Nicola e dall’Istituto Professionale Falck, si può quindi immaginare l’impegni profuso per organizzare questo incontro fra diversi Istituti. Naturalmente prima di iniziare i lavori abbiamo fatto schierare tutti, ragazzi ed insegnanti sul piazzale ed eseguita a regola d’arte la cerimonia dell’Alzabandiera dopodiché suddivisi in gruppi delle rispettive classi, gli studenti seguivano una sorta di “giro” nelle varie postazioni ognuna affidata ad una associazione di volontariato e dove potevano cimentarsi nelle varie tipologie di intervento che spaziavano dalle tecniche di pronto soccorso, alle tecniche antincendio, all’utilizzo delle manichette, al montaggio di una tenda, alla spiegazione dei rischi idrogeologici nonché sul comportamento da tenere in situazioni di emergenza ed in caso di calamità. E’ stata indubbiamente una mattinata proficua, dove i ragazzi si sono dimostrati interessati a quanto veniva loro proposto e che ci ha dato la possibilità di gettare un piccolo seme che, se germoglierà, potrebbe un domani portare qualcuno di loro a continuare il nostro servizio.

Franco Maggioni

 

 

 

Postato da morang il (17 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Ricordando i nostri veci (Dicembre 2021)
Gruppo

RICORDANDO I NOSTRI VECI

Come consuetudine oramai da molti anni, anche questo 1 novembre abbiamo voluto ricordare i nostri Soci “andati avanti” e ci siamo quindi recati in tutti i Cimiteri della zona a portare un piccolo ricordo sulla tomba di questi nostri amici. E’ stato come sempre un atto compiuto col cuore e un doveroso riconoscimento alla memoria di questi Alpini ed Amici ed in ogni luogo abbiamo raccolto il plauso della gente che apprezzava l’iniziativa . Anche questo fa parte del motto scolpito sulla Colonna Mozza. “PER NON DIMENTICARE”.

Postato da morang il (17 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Siamo tornati (Novembre 2021)
Sezione ANA Milano

SIAMO TORNATI


  E finalmente dopo un anno e mezzo di clausura dovuto alla pandemia, abbiamo potuto ritrovarci per una NOSTRA manifestazione, un (seppur ridotto, ma non troppo) raduno alpino e l’occasione ce l’hanno data gli amici del Gruppo di Bresso che domenica 10 settembre hanno festeggiato il loro 50° anniversario di fondazione organizzando, primi assoluti, la prima ricorrenza in presenza che ha visto la partecipazione di un gran numero di alpini e gente comune che ha dimostrato la voglia di ricominciare a vivere dopo tanti lutti e limitazioni. E come nel “sabato del villaggio” il tempo trascorso nell’attesa della partenza del corteo è stato il più sentito in quanto abbiamo riscoperto la gioia di ritrovarci e di rivedere visi sotto il cappello che non vedevamo da tempo e di vivere la bella sensazione di un ritorno alla normalità seppur coperti dalle odiose mascherine che sono oramai diventate parte della nostra vita. Tutto comunque si è svolto per il meglio e malgrado le innumerevoli soste (ma quanti monumenti hanno a Bresso !!!) abbiamo ritrovato il piacere di sfilare come non facevamo da tanto, troppo tempo.   Un grazie quindi agli amici di Bresso per questa opportunità che ci hanno dato e per l’impegno profuso nell’organizzazione dell’evento che normalmente è sempre oneroso, ma che in questa occasione sarà stato certamente titanico.

F.M.

Postato da morang il (64 letture)
(commenti? | Voto: 0)



La carovana Komen (Novembre 2021)
Gruppo

LA CAROVANA KOMEN

La Carovana della Prevenzione è il programma Nazionale itinerante di prevenzione della salute femminile di Komen Italia che offre ad un pubblico sempre più ampio attività gratuite di sensibilizzazione prevenzione delle principali patologie oncologiche di genere. In particolare la carovana si rivolge a donne che vivono in condizioni di disagio sociale ed economico e che per questo dedicano meno attenzione alla propria salute.   La tutela della salute femminile ha importanti ricadute sul benessere della collettività, per il ruolo della donna in ambito familiare, lavorativo e sociale. La carovana ha svolto 374 giornate di promozione della salute femminile in 16 regioni italiane, offrendo oltre 34.000 prestazioni mediche gratuite ed è per questo che abbiamo raccolto la richiesta di collaborazione in una di queste tappe sostituendo i volontari che normalmente si occupano del trasferimento e dell’allestimento della struttura che per tre giorni, all’inizio di settembre, ha fatto tappa presso il McArthurGlen di Serravalle Scrivia. Raggiunta in treno Bologna dove si era svolta l’ultima tappa, abbiamo preso possesso dei giganteschi camper rosa che abbiamo portato a Serravalle procedendo poi alla preparazione del “campo” sotto la guida del personale e dei volontari dell’Organizzazione che da veri nomadi si spostano ogni due-tre giorni da una parte all’altra dell’Italia e che sono quindi allenate/i a far nascere dal nulla un presidio avanzato di prevenzione oncologica.



@
Postato da morang il (21 letture)
(Leggi Tutto... | 3960 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Castagnata benefica (Novembre 2021)
Gruppo

CASTAGNATA BENEFICA

Mercoledì 20 ottobre, su invito della Dott.ssa Soldadino Coordinatrice della Casa Famiglia Mantovani di San Vittore Olona, un gruppetto dei “nostri” ha dedicato un pomeriggio agli ospiti allestendo una castagnata che ha riscosso un notevole successo. Piazzati nel cortile della struttura, abbiamo cotto le castagne che appena venivano tolte dalla “bascariola” prendevano la strada (o meglio le scale) ed arrivavano nel salone principale dove erano riuniti tutti i nonnini in attesa, allietati dalle musiche e canzoni alpine trasmesse ininterrottamente e che invitavano all’allegria. Terminata la cottura, ci siamo recati a nostra volta nel salone dove, con uno strappo alla regola, ci è stato offerto un buon bicchiere e ci siamo intrattenuti con gli ospiti cantando insieme a loro le nostre canzoni, aiutati nell’impresa dalla simpatia e disponibilità delle operatrici Elena, Paola, Letizia, Valentina (e mi scuso se ne dimentico qualcuna). E’ stato veramente un bel pomeriggio, che ci ha ridato la gioia di ritrovarci insieme col Cappello in testa a fare qualcosa di buono per gli altri e ci auguriamo sia un segno di ripresa delle nostre normali attività.

Franco 

Postato da morang il (22 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Si torna a scuola (Ottobre 2021)
Protezione Civile

SI TORNA A SCUOLA


E finalmente, dopo le restrizioni dovute alla pandemia, sembra che si possa, seppur con le dovute precauzioni, tornare a trovare i ragazzi nelle scuole per portare la nostra modesta esperienza in tema di sicurezza e Protezione Civile. Contattato dall’Assessore Ghilardi, addetto alla zona 7 del Comune di Milano, l’amico e volontario di P.C. della nostra Sezione, Antonino Zanghi sta incontrando gli studenti di diverse scuole medie e superiori per parlare della Protezione Civile, delle problematiche legate all’eventuale emergenza in caso di emergenza idro-geologica, dei rischi presenti nella nostra zona, nonché dei comportamenti da tenere per evitare incidenti. Mercoledì 15 settembre ho quindi avuto il piacere di affiancarlo in due sessioni di incontro con 6 classi delle prime superiori, per un totale di circa 170 ragazze e ragazzi, dell’Istituto di Istruzione Superiore “SRAFFA” che si trova in via Zoia in zona S. Siro, grazie alla disponibilità della Direzione Scolastica e all’impegni dei docenti coordinati dalla Referente Prof.ssa Galliano

Postato da morang il (78 letture)
(Leggi Tutto... | 3153 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Fondi ben spesi e buoni frutti (Ottobre 2021)
ANA

FONDI BEN SPESI E BUONI FRUTTI

Nel corso delle mie vacanze estive, girovagando in moto per la Penisola, ho voluto fare ritorno in Abruzzo e ho fatto tappa per un paio di giorni all’Aquila per rivedere quella bella città che nei miei ricordi significava morte e distruzione a seguito del disastroso terremoto che nella notte fra il 5 e 6 aprile 2009 provocò 309 vittime e che mi vide, in compagnia di tanti amici alpini, prestare soccorso a quelle povere genti private di tutto in un lungo attimo. Il terribile ricordo di quelle giornate passate ad aiutare nella gestione del Campo Globo e ad accompagnare gli sfollati a recuperare le poche cose rimaste nelle loro abitazioni, è stato solo in parte mitigato da quello della grande Adunata Nazionale del 2015 quando l’Associazione Nazionale Alpini decise di tornare in massa su quei luoghi tanto provati per dare un segnale di rinascita ed un aiuto concreto all’economia di una zona altrimenti destinata ad un lento declino. Se nel periodo dell’emergenza terremoto il clima era di grande dolore, quello dell’Adunata che, seppur rispecchiando un senso di comunanza ed allegria che voleva essere da sprone alla popolazione, era comunque, come tutte le nostre Adunate, molto caotico e troppo affollato per consentire di apprezzare le bellezze della città. 


 

 

 

 

Postato da morang il (28 letture)
(Leggi Tutto... | 4859 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



A proposito (Ottobre 2021)
Gruppo

A PROPOSITO


… del mio articolo apparso sull’ultimo numero del  Penna Nera vi giro un commento fatto da un’ amico “alpino purosangue“  al quale giro mensilmente il nostro giornalino. E’ uno che a parer mio sa  usare la penna molto ma molto meglio del sottoscritto; del resto ci vuole  poco e  sono certo che me ne dirà quante ne sa però io, forte della sua amicizia, mi permetto questo e se necessario tanto altro.  Concordo con lui per quanto scrive sull’argomento “alpini/amici degli alpini” non condividendo comunque la sua conclusione quando si  dà per sconfitto;  in fondo in fondo neanche lui ci crede. E’ una speranza che può sembrare illusione ma è positivo che rimanga sempre presente: è inammissibile pensare che uno qualsiasi  sia un vero alpino    cioè uno che agisce motivato da quella alpinità come la intendeva  il famoso Peduzzi  solo perché porta un cappello con la penna,  ci vuol ben altro,  ma ecco quanto l’amico mi ha scritto. Adesso aspetterò il suo benevolo mugugno.  Dal Penna Nera “ciao tenente non si può essere bravi in tutto “. 

                        Pio

Postato da morang il (24 letture)
(Leggi Tutto... | 4117 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Pedalando (Ottobre 2021)
Gruppo

PEDALANDO

Il nostro Socio Andrea M. questa estate ha portato a termine un tour ciclistico di circa 1700 Km. in Islanda e nelle Isole Faroe tenendo sempre ben esposto sulle borse il Tricolore.

Chi fosse interessato a visionare l’impresa può visitare i seguenti link:

https://m.youtube.com/watch?v=GtAVoaYafUO

https://m.youtube.com/watch?v=CsRqgJDo210

 

Postato da morang il (35 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Ricordando un amico (Settembre 2021)
Gruppo

RICORDANDO UN AMICO


… purtroppo ancora una volta la morte ha bussato alla porta della nostra baita, il nostro gruppo è stato colpito dalla perdita di un socio. Sono cose che non si vorrebbero mai scrivere ma si sa che contro di lei non si può nulla. Spulciando fra le varie definizioni della morte emerge quella di San Francesco che la chiama quasi con affetto:  la nostra sorella morte corporale e dalla qual, aggiunge, nullo omo vivente può scappare … SORELLA … una parola e … noi non siamo San Francesco. La lunga ed inesorabile malattia prima seguita dalla perdita del nostro amico  ancora una volta ha listato a lutto il nostro gagliardetto. Per la burocrazia alpina,  Angelo Amboldi  era un’amico degli alpini ma in realtà ERA UN’ALPINO. Iscritto da subito, dall’inizio nel nostro gruppo di San Vittore Olona, fu uno di quei tanti di allora che non si diedero mai per vinti davanti alle difficoltà  di ogni tipo che, e  maggiormente a nostri giorni, accompagnarono la costruzione  materiale della sede  supportata dall’entusiasmo  piuttosto che dalla ricchezza di mezzi. Angelo c’era  sempre con la sua esperienza e conoscenza nell’ambito edilizio. E siccome era un’alpino  sapeva anche essere di quella compagnia che si toccava con mano nella vita ordinaria, nelle manifestazioni di gruppo ed in sede, nella sua manutenzione,  nella condivisa  gestione della cucina, nelle rocambolesche avventure chiamate Adunate ricche anno dopo anno di  varianti  che solo chi le ha vissute può comprendere.


 

 
Postato da morang il (71 letture)
(Leggi Tutto... | 5103 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Ciao Francescone (Settembre 2021)
Protezione Civile

CIAO FRANCESCONE


Francesco Cornelli, per tutti Francescone, anzi “ul Francescun” classe 1943, Alpino D.O.C. del Gruppo di Melzo è andato avanti improvvisamente ed inaspettatamente mercoledì 14 luglio. Tra i soci fondatori della S.I.A. e sin dalla prima ora volontario della nostra unità di Protezione Civile è sempre stato presente nel corso delle calamità che hanno visto operativa la nostra Sezione nelle emergenze e nel volontariato anche in ambito locale guadagnandosi il rispetto e la riconoscenza di quanti l’hanno conosciuto ed hanno avuto la fortuna di lavorare con lui. Fra questi ho l’onore di riconoscermi avendo in più occasioni avuto la fortuna di intervenire in diverse occasioni quando, per intenderci, si operava con i mezzi personali e attrezzature se non di fortuna, certamente sconosciute alla dicitura “omologazione”, nonché le innumerevoli uscite addestrative in montagna dove lui, socio CAI, portava la sua esperienza acquisita in anni di ascensioni. Se c’è un aggettivo che mi sento di attribuirgli è “tranquillo”, posso dire di non averlo mai visto arrabbiato, certamente non l’ho mai sentito alzare la voce (a differenza del sottoscritto) e ogni cosa che diceva, anche se magari polemica o di rimprovero, era sempre improntata alla massima educazione e pacatezza. Mi ritengo fortunato anche di avere potuto passare con lui alcune delle sue ultime ore di vera gioia, infatti tre giorni prima della sua scomparsa ci eravamo trovati per una grigliata, la prima dopo un anno e mezzo di pandemia e mi è cara una foto che ci ritrae insieme mentre ci godiamo una bella cantata al suono della fisarmonica, sono sicuro che anche per lui sia stato uno dei più bei momenti dell’ultimo anno e personalmente me lo porterò nel cuore.

Postato da morang il (27 letture)
(Leggi Tutto... | 3944 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



CIAO BEPPE (Luglio 2021)
ANA

CIAO BEPPE


Venerdì 18 giugno, siamo in sede (purtroppo in pochi) e stiamo parlando di come riprendere la nostra vita associativa specialmente superando lo scoglio rappresentato dalla latitanza anche dei soci “storici”, quando un messaggio arriva sui cellulari: Beppe Parazzini, il “nostro” (past come ora vengono definiti) Presidente nazionale è andato avanti. E’ una di quelle notizie che ti lasciano sconcertato ed incredulo, non può essere, stiamo parlando di una icona dell’Associazione Nazionale Alpini, che si identificava nella Sua figura e personalità, di qualcuno che davi per scontato sarebbe sempre stato presente per consigliare e suggerire la strada migliore da seguire con quel suo modo pacato, ma deciso e graffiante che non ammetteva repliche perché in fondo quello che diceva trovava poi riscontro. Classe 1944 aveva iniziato la sua  vita alpina nel 1969 con il 57° corso Auc e successivamente inquadrato nel 5° Rgt. Battaglione Edolo e successivamente congedato si iscrive al Gruppo di Bareggio della nostra Sezione ed inizia a condividere la passione alpina con la professione di notaio che ha svolto sino ad un paio di anni fa. Dal 1998 al 2004, per due mandati è stato Presidente dell’A.N.A. succedendo a Leonardo Caprioli e diventando bandiera della protesta civile inscenata dai soci dell’Associazione nel 2002 che occuparono pacificamente Roma per una mattina per protestare contro la sciagurata legge che “sospendeva”  il servizio di leva con i risultati che sono oggi sotto gli occhi di tutti arrivando a presentare all’allora Presidente della Repubblica Ciampi una memoria in cui si paventava una perdita dei valori che si è poi rivelata profetica.

Postato da morang il (205 letture)
(Leggi Tutto... | 5533 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



RELAZIONE MORALE 2020 (Luglio 2021)
Gruppo

 

RELAZIONE MORALE 2020


Come si può chiaramente supporre, questa relazione non potrà evitare di  tenere conto della situazione particolare causata dalla maledetta epidemia del COVID-19 che ha letteralmente stravolto la vita di tutti noi e di conseguenza anche quella associativa a tutti i livelli, dalle iniziative di Gruppo sino all’annullamento della nostra Adunata Nazionale per il secondo anno consecutivo. Ma se tutto ciò ha comportato un malessere morale e psicologico per aver dovuto rinunciare alla possibilità di incontrarci, stare insieme e poterci dare la possibilità di adempiere ai nostri doveri associativi, anche nei confronti delle gente, la perdita maggiore riguarda la scomparsa all’interno di Gruppi e Sezioni specialmente delle zone del nord, le maggiormente colpite, di tanti, troppi alpini ed amici che nel corso dell’anno ci hanno lasciati, a volte senza neppure poterli salutare ne’ accompagnare nell’ultimo viaggio così come è da sempre nostra abitudine. Anche il nostro Gruppo è stato purtroppo colpito da questi lutti nelle persone di Bruno Polingher, Socio e valido Consigliere e di Ignazio Torno, capogruppo di Arconate da molto tempo sempre presente alle nostre manifestazioni e papà di Cristina, compagna del nostro Angelo Morlacchi, invito quindi tutti a ricordarli insieme agli altri nostri sconosciuti fratelli di penna con un attimo di raccoglimento.

Postato da morang il (48 letture)
(Leggi Tutto... | 13376 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



SUCCEDE (Luglio 2021)
Gruppo

SUCCEDE


 il trascorrere dei giorni è costellato da momenti    con valenze negative e positive: non si tratta per forza di  grandiosità ma  normalmente  di tante piccole cose, di semplicità che  possono essere  anche negative ma  su queste non vorrei soffermarmi, non penso  sia il caso. Vorrei invece coinvolgere, ammesso sia possibile, coloro che leggono queste righe,  in un fatto piccolo, piccolo, insomma cronaca casereccia ma per me molto gratificante. Ora, com’è noto, fra noi Alpini, molti sono impegnati nella protezione civile con l’intento di  rendersi disponibili alla comunità in svariati modi e vengo al punto. Una domenica mi trovavo come volontario al centro di vaccinazione in quel di Cerro Maggiore. Caldo da vendere, gente che si accalcava, seppur in maniera discretamente  ordinata … non mancavano le battute “grandi alpini …  siete sempre presenti … io ero della Taurinense … io ero dei parà … quell’altro guardando suo figlio sospirava  … quanto ci vorrebbe adesso un po di naja  ecc, ecc.  Purtroppo,  al nostro buon Fabio, capitò la frecciata di un signore che si sentì autorizzato ad insinuare che gli alpini approfittavano dell’occasione, scavalcando la fila, “per fregare” il vaccino a quelli con il diritto di priorità;I pseudo intelligenti si fanno sempre riconoscere.  Il mio incarico, espresso  in termini militari, era di addetto alla sbarra, di piantone  e,  “armato con il mio cappello alpino“, dovevo indirizzare  quanti si presentavano per accedere all’incontro informativo con i medici prima della vaccinazione vera e propria. Piccolo aneddoto, quasi una barzelletta: un sudamericano piccolo così mi chiese dove  poteva acquistare un cappello simile al mio,  hai voglia di spiegargli che non si trattava di un particolare tipo di “sombrero” , che non aveva niente da  spartire con un simpatico oggetto di  folklore, ignoro se abbia capito perché l’ho lasciato leggermente dubbioso, ma forse non mi sarò spiegato bene.

Postato da morang il (44 letture)
(Leggi Tutto... | 7698 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Verbale Assemblea Annuale (Giugno 2021)
Gruppo

ASSEMBLEA  ANNUALE DI GRUPPO


Come da regolamento in data 7/5/21 avvenne l’assemblea che invitò tutti i soci a ritrovarsi in sede con lo scopo di  fare il punto della situazione: vita di gruppo, analisi economica, eventuali elezioni a motivo di scadenza delle cariche  e altro  riassumibile nella frase classica: varie ed eventuali. La particolare situazione  causata dall’epidemia ci impose l’osservanza di norme stabilite vale a dire: distanze fra i partecipanti, previo controllo della temperatura di ognuno al momento dell’ingresso  nonché il rispetto legato all’orario di chiusura. L’afflusso dei soci superò le aspettative: in effetti tenendo presente a  quanti non potevano presenziare  si è potuto essere soddisfatti del numero dei partecipanti: va  evidenziato come un ns. socio fosse collegato in video-conferenza dal  Friuli… La presenza dei consiglieri  Rodeghiero di Magenta e  Piccioni  di Legnano ufficializzò la presenza della Sezione  per cui all’ora convenuta ebbe inizio la riunione previo saluto alla Bandiera seguita  dalla relazione sociale del capogruppo e da quella economica tenuta dal revisore dei conti. Ambedue, a disposizione di ognuno presso la segreteria, furono approvate  dall’assemblea, seguite dall’elezione dei due consiglieri  scaduti : riconferma di  Cestarolli  assieme al  neo eletto Stefano Parini. Sommariamente: il capogruppo relazionò sull’anno  trascorso evidenziando il difficile momento attraversato segnato dalla morte del socio nonché consigliere nella persona di  Bruno Polingher  e   dall’epidemia che troncò ogni tipo di  attività sia di gruppo che nell’ambito comunitario  causando anche difficoltà di relazione ed incontro fra i soci  accompagnate dagl’immancabili problemi economici sempre presenti, spese  e bollette per intenderci, che  a ben guardare  contrassegnano la vita di ogni gruppo dell’Associazione e non solo.

Postato da morang il (368 letture)
(Leggi Tutto... | 6526 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Una divisa, un giurammento, un impegno. (Giugno 2021)
ANA

UNA DIVISA, UN GIURAMENTO, UN IMPEGNO


Lo so che gli alpini non dovrebbero fare politica, o meglio partitica perché la politica e cioè il bene della POLIS inteso come bene comune lo facciamo da sempre, ma ci sono alcune occasioni in cui tacere diventa veramente difficile.   Mi riferisco alla polemica innescata dal Governatore della regione Campania Vincenzo de Luca nei confronti del Generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario per l’emergenza Coronavirus, perché (secondo lui) “Andando in giro in mimetica rischia di trasferire sulle Forze Armate la polemica politica mentre l’immagine dell’Esercito deve restare fuori  da ogni polemica”. Ebbene caro Governatore, mai come ora l’immagine dell’Esercito ha goduto di una fiducia simile da parte degli ITALIANI, quegli italiani che si sono resi conto della serietà della persona che stai cercando di denigrare, un militare si, un servo dello Stato che non ha MAI CAMBIATO CASACCA  e che sta gestendo questa emergenza con lo stesso spirito che anima noi volontari durante le emergenze: prima si obbedisce, poi magari si mugugna, ma intanto si lavora.    E i risultati si vedono.    Se poi caro Governatore ti da tanto fastidio vedere una tuta mimetica, guardati un po’ in giro e ne vedrai tante in tutte le città italiane indossate da giovani che ci consentono di poter passeggiare tranquillamente e questo, a parte te, agli ITALIANI dà sicurezza e fiducia, quella fiducia che la classe politica oramai si sogna.

Franco Maggioni

Postato da morang il (46 letture)
(commenti? | Voto: 0)



Premessa - Presidente Draghi (Maggio 2021)
Gruppo

PREMESSA

Soltanto per una breve considerazione. Ieri mi è arrivato con la posta l’Alpino e, come sempre, da subito mi leggo l’editoriale del Direttore, Don Fasani che in quest’ultimo numero riflette sul recente programma televisivo  “La caserma” argomento già trattato dal sottoscritto in un articolo, “articolo: parola grossa”, sul Penna Nera di aprile a titolo  “Progetto”. Fino a  qui niente di che. La cosa che mi ha ulteriormente meravigliato l’ho trovata alla pagina successiva dove nella rubrica “Lettere al direttore” leggo  quella  inviata alla redazione  a firma Gen. Di Dato ex direttore dell’Alpino che commenta con toni  non certo benevoli l’attuale malattia nazionale chiamata anglofilia a tutti i costi.  Eh no,  non può  essere; ma guarda caso: sto per consegnare al nostro “direttore” del Penna Nera quattro righe già preparate da qualche giorno attinenti allo stesso problema: che strano. E mi è venuto in maniera spontanea, quasi schizofrenica un piccolo pensiero: vuoi vedere che qualcuno dei tre copia l’altro, quasi un plagio? o non penserete che io “penna biro” di un giornalino di gruppo mi metta a  “scopiazzare” o in competizione con queste “Penne d’oro” di valenza nazionale? non sarà piuttosto  una piacevole coincidenza meritevole alla fine di un balsamico sorriso?   AMEN.

PRESIDENTE  DRAGHI

 Dio ti benedica. Chiariamo: qui la politica non ha niente a che vedere e mi spiego riandando a quanto da lui detto, credo alla Camera,  ad un certo momento di un suo intervento: perché io devo parlare in  inglese e,  io aggiungo,   non usare termini che esistono e ci sono tranquillamente nella lingua italiana? Siamo alle solite. Lo so di ripetermi sull’argomento ma se un tale Signore sbotta con questa espressione un motivo ci sarà e  per di più non deve essere suffragato dal mio parere. Io non ho nulla contro la lingua inglese anzi mi dispiace di non conoscerla ma non si può conoscere e sapere tutto. Ai miei   tempi  e lo posso dire, accidenti a quanti anni sono passati, alle medie vigeva  il quasi obbligo della lingua francese  dopo le quali  per altre  lingue inglese, tedesco ecc … ci si rivolgeva al liceo linguistico   come  adesso: ma per non perdere il filo del discorso,  posso solo ricordare con  un certo  brivido il “mazzo” che mi hanno fatto, dalle prime nozioni nelle elementari   alla maturità  per  lo studio della lingua italiana, dal Petrarca  a tutta l’enorme quantità di autori e scrittori che si sono succeduti durante i secoli e, guai  dimenticare i Promessi Sposi,   chiudere in gloria con la Divina Commedia. I ben informati mi dicono che oggi l’italiano  sia la quarta lingua più studiata nel mondo;  magari nel mondo forse,  in Italia  credo  sia la più massacrata.

Postato da morang il (224 letture)
(Leggi Tutto... | 11756 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Congratulazioni (Maggio 2021)
Gruppo

CONGRATULAZIONI

E’ con grande soddisfazione che tutti i Soci del nostro Gruppo si complimentano con gli amici del Gruppo Cinofili di Nerviano che, quali volontari di Protezione Civile, fanno parte della Sezione tramite il nostro Gruppo e che hanno ricevuto dal Comune di Nerviano nella persona del Sindaco Massimo Cozzi, l’attestato di civica benemerenza per la disponibilità, la presenza e il contributo dimostrato nel corso della pandemia e come esempio di senso civico.

E’ confortante e gratificante constatare come l’opera svolta dagli amici di Nerviano, al pari delle migliaia di Alpini e Amici in tutta Italia che da subito si sono resi disponibili ad aiutare, venga riconosciuta dai rappresentanti della comunità, e da parte nostra  un plauso ai nostri cinofili per averlo dimostrato in questo difficile periodo.

 


Postato da morang il (53 letture)
(commenti? | Voto: 0)



PROGETTO (Aprile 2021)
Gruppo

 

PROGETTO

Così è stato definito il recente prodotto televisivo intitolato  “LA CASERMA”. Sono sicuro che avrà suscitato molteplici  reazioni da parte dei telespettatori.  Neanche a farlo apposta sull’ultimo numero del nostro mensile “L’ALPIN0” una signora invia al direttore una lettera inerente a questo programma.  Una valutazione  sullo stesso argomento “la famosa caserma”  mi era venuta immediata già dalla prima puntata,  prima di quella famosa lettera. Mi sono scoperto  curioso e nello stesso tempo leggermente diffidente, sarà una baggianata, un solito minestrone dettato da esigenze televisive e/o  di spettacolo ma con tutta l’ingenuità che posso avere, alla fine non l’ho trovata poi tanto male. Ovviamente non sono in grado di valutarne la tecnica televisiva, la regia c… e men che meno mi  azzardo a conclusioni a dir poco avventate però mi sono scoperto a  riflettere su quanto mi aveva suscitato  da subito. Seduto sul divano mi sono ritrovato   fra quei ragazzi  alle prese con  “Figaro”  l’inesorabile e sadico barbiere, alla vestizione,  al … va là che ti vanno bene camicie, mutandoni più meno felpati abbinati a  pantaloni ascellari … non parliamo poi del cappotto che a tutti i costi era perfetto anche se lo pestavi … non si osava neppure pensare che il maresciallo, lo stilista militare addetto al magazzino  vestiario si sbagliasse … devo essere sincero: si preoccupò seriamente con un tocco di umanità che gli scarponi  fossero perfetti, personalizzati, antivesciche (provali, cammina avanti e in dietro però datti una mossa, sù, sù, desgrubia, sbranina; parole da me mai sentite ma intuite subito, al volo). Lui, burbero benefico,   sapeva bene a cosa  andavamo incontro.

Postato da morang il (849 letture)
(Leggi Tutto... | 10632 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



La Video Lezione (Marzo 2021)
Gruppo

LA VIDEO LEZIONE

Mercoledì 3 febbraio, su invito della Prof.ssa Baroni del Liceo Linguistico Statale di Arconate e d’Europa, ho avuto il piacere di partecipare ad un incontro con gli studenti di quarta che stanno lavorando su un progetto storico – naturalistico riguardante la zona del Monte Orsa nel varesotto, sovrastante la Val Ceresio. Il mio ruolo sarebbe stato quello di illustrare la parte storica in particolar modo quella riguardante la linea Cadorna che, nelle postazioni collocate sulla cresta che univa il Monte Orsa al Monte Pravello, costituiva uno dei punti più impostanti e fortificati di tutto il sistema difensivo che costituiva la Frontiera Nord comunemente chiamata appunto Linea Cadorna. Confesso che, pur essendo oramai abituato ad intervenire  nelle scuole, nutrivo una certa preoccupazione sul coretto svolgimento dell’incontro in quanto, a causa della situazione pandemica che vieta la presenza fisica di chi non è studente o docente, il tutto si sarebbe svolto in video conferenza, cosa che a uno come me mette già l’agitazione addosso, ma devo dire che alla fine con l’aiuto paziente delle insegnanti tutto è andato bene. Anzi, se possibile oserei dire che il risultato è andato oltre le aspettative, infatti l’incontro che era previsto durasse circa 45 minuti, alla fine si è protratto per quasi due ore con i ragazzi che non finivano più di fare domande che, se all’inizio vertevano sul tema della Linea Cadorna, dopo un po’ si sono spostate in massa  sul volontariato, la Protezione Civile, e particolarmente sugli alpini, la loro storia, l’organizzazione e le finalità associative, insomma alla fine della fiera siamo finiti a fare una lezione…su di noi.

Postato da morang il (145 letture)
(Leggi Tutto... | 3747 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Uscita SIA (Marzo 2021)
Squadra Intervento Alpino

 

USCITA S.I.A.

E finalmente domenica 14 febbraio, dopo un anno di forzata inattività, abbiamo ripreso, seppure in forma ridotta le uscite della S.I.A. cercando di rispettare le rigide norme che comunque persistono a limitare i nostri spostamenti e anche in un ambiente come quello montano, costringono a rispettare norme di comportamento che di solito diamo per scontato ad iniziare dal contatto fisico e dalla gioia di poterci vedere in faccia, salutandoci quando ci si incontra o scambiandoci un “bicchierino” dopo il panino in vetta. E’ proprio vero che questa pandemia ha stravolto la nostra vita anche nelle piccole cose che davamo per “normali” e alle quali non abbiamo mai fatto caso ma che ora rimpiangiamo ed andiamo a ripescare nella nostra memoria dove le custodiamo come tesori, augurandoci di potere tornare a goderne, questa volta assaporandone la bellezza pur nella loro semplicità. Ma passiamo alla cronaca, l’idea era quella di raggiungere la località dei Piani di Artavaggio, visto fra l’altro il divieto di uscire dalla propria Regione, partendo da due punti diversi e cioè dal Culmine di San Pietro sopra l’abitato di Moggio in Valsassina da parte del sottoscritto e dell’amico Giuseppe del Gruppo di Ceriano Laghetto, e da Vedeseta sul versante bergamasco ad opera degli amici del gruppo di Melzo.

Postato da morang il (73 letture)
(Leggi Tutto... | 3570 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



Incontro capigruppo (Febbraio 2021)
Sezione ANA Milano

INCONTRO CAPIGRUPPO


Lunedì 18 gennaio si è tenuta la consueta riunione mensile dei Capigruppo della nostra Sezione purtroppo in modalità di videoconferenza, cosa questa che, seppur nella sua oramai collaudata formula, inizia ad essere veramente opprimente perché l’impossibilità di vederci, stare insieme e condividere personalmente quello che più ci sta a cuore mina alla base quello che da sempre ci ha contraddistinto e che è la nostra forza, appunto l’unione e la fisicità dei nostri rapporti. Dopo il doveroso e tradizionale saluto alla Bandiera, seppur virtuale, il Presidente Boffi ha aperto la riunione ricordando l’amico Cesare Lavizzari che giusto due anni fa nella stessa data ci lasciava prematuramente privandoci di una presenza che avrebbe sicuramente potuto dare molto alla nostra Associazione  alla quale aveva dedicato tutta la sua vita. La situazione dettata dalla pandemia sta avendo forti ripercussioni sulla nostra vita associativa impedendo di fatto a Gruppi e Sezioni di svolgere le attività che da sempre sono il fulcro del sodalizio e il fatto che tutte le assemblee sono state posticipate al 15 giugno e che pure la nostra Adunata Nazionale per ora spostata ulteriormente a settembre salvo potere partecipare tutte le persone realmente vaccinate diventa una chimera.

Postato da morang il (177 letture)
(Leggi Tutto... | 3310 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)



559 articoli totali
(19 pagine - 30 articoli per pagina)

Vai alla pagina

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19
Calendario Eventi
Gennaio 2022
  1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
Nessun evento oggi.

Notiziario
Documento senza titolo
Ultimo numero del notiziario Gennaio 2022

www.ana.it
Documento senza titolo
Visita il portale ufficiale dell'Associazione Nazionale Alpini

ana.milano.it
Documento senza titolo
Dalla sezione

Veci e Bocia
Documento senza titolo
Leggi il notiziario della Sezione

WikiPedia
Cerca in WikiPedia

made for PHP-Nuke
by Claus Bamberg


Sondaggio
Cosa pensi di questo sito?

Ummmm, niente male
Bello
Orribile
Il migliore!
Discreto



Risultati
Sondaggi

Voti: 44
Commenti: 76


 
Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke