Ana Sezione di Milano - Content
xxx
Associazione Nazionale Alpini - Gruppo di San Vittore Olona- Via Alfieri - 20028 San Vittore Olona (MI) tel: 3333450040 - sanvittoreolona.milano@ana.it
Visita il sito
 Il Gruppo :
 Home
 Dove Siamo
 Storia del Gruppo

 Attivitą :
 Protezione Civile
 Squadra Intervento Alpino
 Scuole

 Mediateca :
 Immagini
 Biblioteca
 Archivio Articoli
 Archivio Notiziari

 Statistiche
 Web Links
 

 Downloads

Aggiungi ai preferiti

Contatta il webmaster
13:21:48
Data : 29-07-2021
GMT : +0200

 Cerca :
 Cerca nel sito :



 Cerca fuori :






pagine viste dal September 2007

 Linkaci :


Gruppo Alpini San Vittore Olona


User Info
Benvenuto, Anonymous
Nickname
Password
Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: zuzanna
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 71

Persone Online:
Visitatori: 91
Iscritti: 0
Totale: 91

Scrivo o non scrivo? (Maggio 2020)
Postato il di morang

Gruppo

Scrivo o non scrivo?


 Questo è il problema e se scrivo, con la BURIANA di questi tempi che c….o scrivo? Sarei ben felice se qualcuno mi desse una risposta,  una qualsiasi,  non importa. Ormai sono quindici giorni che sono letteralmente chiuso in casa:  una volta che hai esaudito qualche … sognata pigrizia, ti domandi e mo? Frastornato da quanto si sente alla tv o  si dice fra noi al telefono  o tramite internet ormai ti rendi conto  che siamo  aggrappati solo ad una speranza per chi non crede e ad una fede per altri; ambedue cose non facili: non facili perché la realtà che ci  circonda è costituita in gran  parte da fatti concreti  listati a lutto.  Stiamo assistendo ad un crollo di un imperativo imposto da un maniacale arrivismo, da una  chimera di potenza infinita, costi quel che costi, fossero pure i morti: adesso ci siamo. Sono bastati solo due mesi per metterci in ginocchio e   costringerci a chiedere aiuto al mondo  intero: chi l’avrebbe mai detto eppure. Ce la faremo a risalire la china?  Siamo nel mezzo di un disastro che mi ricorda la costante domanda che Giuanin faceva al suo sergente, Mario Rigoni Stern autore del famoso “Il sergente nella neve“ Sergentmagiù ghe rivarem a baita?  Erano in Russia: nelle postazioni sul Don e durante la tragica ritirata che immortalò l’epopea alpina  Giuanin  era certo solo della catastrofe che lo circondava e non gli offriva   nulla se non una disperata  speranza. Erano in guerra, anche noi oggi lo siamo: una guerra diversa  nella quale nessuno di noi ha certezze e non può  fare scommesse, ma  solo resistere e  sperare … che finisca presto in modo tale da poter gustare ancora la bellezza della normalità; non sono parole mie ma sentite alla radio, RTL per l’esattezza.



 Però in questa cruda realtà c’è qualcosa che non dobbiamo trascurare, anzi. Ora, improvvisamente, ci scopriamo tutti buoni, oddio tutti … anche gli strozzini delle mascherine? Pieni di altruismo, propensi all’aiuto, al cooperare, al darsi una mano, a salutarci senza parlare  e renderci conto che abbiamo un vicino di casa,  scoprire come attorno o lontano a te  ci siano  persone che la pensano allo stesso modo. Purtroppo a  tuttora non ho ancora capito per qual “prodigio” una categoria di lavoratori troppo spesso considerata zavorra, palla al piede e improduttiva per una società  tesa all’onnipotenza adesso sia stata elevata al grado di massimo eroismo  da una classe politica che in questi ultimi anni è riuscita ad assassinare la sanità pubblica, lei  che non conosce assieme ad altri privilegiati ( vedi  giocatori di calcio, ecc.)  la fila al CUP e l’appuntamento all’infinito e  ora  chiede  ad una comunità già oberata da tasse e/o balzelli  un’ulteriore  sostegno economico per questa sanità  prossima al crollo. Questi nostri “eroi” continuano in maniera più che massacrante ad essere coerenti  nel loro lavoro che li autorizzerebbe allo sciopero più che legittimo visto che stanno pagando con la vita il delirio di una politica sciagurata e demenziale. Nella loro coscienza non esiste vendetta  ma solo senso del dovere e lo confermo da ex operatore sanitario.   Permettete un ricordo, solo cronaca non ostentazione: gliel’avevo giurata ad un mio responsabile, uno di quello dei piani superiori che umiliandomi mi aveva trattato   come uno straccio dall’alto della sua implacabile e boriosa  superiorità. Sono passati gli anni ed un giorno me lo sono trovato accartocciato in una carrozzina che mi pregava supplicandomi di portargli un “pappagallo”. Non toccava a me, non era mio compito. Lui non mi aveva riconosciuto ma io SI’;  era arrivato il momento e la tentazione era fortissima,  ma ho preferito agire, come adesso si comportano  tutti i colleghi della sanità coerenti al dovere! Ora voglio solo accomunarmi a quanti resistono in casa ligi alle indicazioni, che si salutano  da un balcone all’altro, suonano,  sventolando la bandiera  nazionale, intonano l’inno d’Italia anche se non sono allo stadio. Qualcuno mi potrebbe obbiettare che si tratta solo di utopie  scaramantiche  e che la VERA REALTA’ sia tutt’altro: può darsi ma personalmente non voglio privarmi di questa via d’uscita  perché, come sperava Giuanin,  ghe rivarem a baita.   

                                                                                                                                                     PIO

 


 
Links Correlati
· Inoltre Gruppo
· News by morang


Articolo più letto relativo a Gruppo:
Curiositą (Maggio 2015)


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Scrivo o non scrivo? (Maggio 2020)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke