Ana Sezione di Milano - Content
xxx
Associazione Nazionale Alpini - Gruppo di San Vittore Olona- Via Alfieri - 20028 San Vittore Olona (MI) tel: 3333450040 - sanvittoreolona.milano@ana.it
Visita il sito
 Il Gruppo :
 Home
 Dove Siamo
 Storia del Gruppo

 Attivitą :
 Protezione Civile
 Squadra Intervento Alpino
 Scuole

 Mediateca :
 Immagini
 Biblioteca
 Archivio Articoli
 Archivio Notiziari

 Statistiche
 Web Links
 

 Downloads

Aggiungi ai preferiti

Contatta il webmaster
15:16:56
Data : 29-07-2021
GMT : +0200

 Cerca :
 Cerca nel sito :



 Cerca fuori :






pagine viste dal September 2007

 Linkaci :


Gruppo Alpini San Vittore Olona


User Info
Benvenuto, Anonymous
Nickname
Password
Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: zuzanna
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 71

Persone Online:
Visitatori: 86
Iscritti: 0
Totale: 86

Alpino chiama, alpino risponde (Ottobre 2020)
Postato il di morang

Protezione Civile

ALPINO CHIAMA, ALPINO RISPONDE


Posto a 2.395 mt. in Val di Zocca, una laterale settentrionale della Val di Mello nel Comune di Val Masino all’imbocco della Valtellina, e dominato dalle stupende vette delle Punte Allievi e Zocca, Cima Castello e Pizzo del Ferro, il Rifugio Allievi Bonacossa di proprietà del CAI di Milano è da sempre una tappa obbligata, nonché un sicuro punto di riferimento per quanti si trovano ad intraprendere il Sentiero Roma, un’alta via lunga 54 Km. che si snoda sul versante italiano nelle Alpi Retiche. Antenata dei rifugi fu la capanna Zocca (capàna da zòca), costruita nel 1897, a cura della sezione milanese del C.A.I. Rifatta nel 1905, venne successivamente distrutta da una valanga. Durante la prima guerra mondiale venne riedificata per ospitare un distaccamento di alpini per presidiare il passo di Zocca, che guarda alla Val Albigna, perché il generale Cadorna era convinto che lo stato maggiore svizzero avrebbe potuto concedere il permesso di passaggio alle truppe austro-ungariche, che avrebbero potuto quindi invadere la Valtellina dalla Valle di Poschiavo, dall'Engadina e dalla Val Bregaglia. Assunse, allora, la denominazione che onora Francesco Allievi, alpinista appassionato della Valle di Zocca. Durante la seconda guerra mondiale venne usata come punto di appoggio dalle formazioni partigiane e quindi danneggiata durante il rastrellamento nazifascista del 1944.



Ricostruita nel 1950, è affiancata, dal 1988, dal rifugio Bonacossa. Nell'inverno del 2000 è stata seriamente danneggiato da una valanga, e successivamente ristrutturata. Da quest’anno il CAI di Milano, proprietario del Rifugio, ha affidato  la gestione a due giovani, Miriam Ferreri e Armando Crispiani, quest’ultimo già precedente collaboratore nella gestione dei Rifugi Brasca in Val Codera e S. Rita in Val Biandino nonché…alpino, ed è qui che entrano in gioco gli alpini della Protezione Civile della nostra Sezione ai quali Armando a giugno a chiesto aiuto per poter iniziare la stagione ORAMAI alle porte trasportando da Milano sino a fondovalle un generatore indispensabile a fornire energia elettrica al Rifugio. Detto fatto i nostri volontari hanno trasportato il generatore sino alla piazzola riservata all’elicottero adibito del trasporto viveri che ha provveduto a portarlo in quota sino al Rifugio dove è stato messo in funzione. I giorni 1 e 2 agosto una nostra piccola rappresentanza si è sciroppata i 1.300 mt. di dislivello sotto un sole implacabile per un fine settimana in quello scenario da favola ed abbiamo potuto conoscere personalmente questi nuovi amici che, come si può ben immaginare, ci hanno accolti a braccia aperte e con i quali abbiamo passato anche una bella serata parlando dei problemi legati all’inizio di questa loro nuova avventura, problemi per i quali ci siamo impegnati, pur nel limite delle nostre possibilità, a trovare delle soluzioni. Purtroppo non sapevamo che poco più di una settimana dopo i problemi sarebbero diventati reali e pressanti, infatti nella notte del 16 agosto dei “vandali”, ma che non esito a definire bastardi vigliacchi, hanno preso di mira il Rifugio, in particolare è stata asportata la nuova turbina di produzione dell’energia elettrica, messa fuori uso la vasca di captazione e, forse, la condotta forzata, inoltre è stato danneggiato l’impianto di fornitura dell’acqua potabile costringendo i gestori a chiudere temporaneamente il Rifugio costringendo al ritorno a valle di circa 40 ospiti presenti al momento nella struttura nonché a privare gli alpinisti in transito nel periodo di massimo attività estiva della possibilità di ricovero in un punto strategico per la traversata del Sentiero Roma. Naturalmente l’accaduto è stato denunciato alle Forze dell’Ordine ma resta comunque l’amarezza di constatare che anche con un ambiente che dovrebbe essere scevro di idiozia e malvagità quale quello alpino sia stata perpetrata una simile nefandezza. Dopo alcuni giorni la situazione è stata ripristinata e si è potuto riaprire la struttura che ha comunque avuto delle gravi ripercussioni anche economiche sulla gestione. Per quanto ci riguarda alla fine della stagione, a metà settembre abbiamo ancora dato una piccola mano agli amici Miriam e Armando recuperando e stoccando serbatoi e materiale portati a valle dal servizio elicottero e naturalmente con la promessa di tornarli a trovare nella prossima stagione in gran numero perché aiutare chi vive la montagna è il modo migliore per far si che la montagna rimanga viva.

Franco


 
Links Correlati
· Inoltre Protezione Civile
· News by morang


Articolo più letto relativo a Protezione Civile:
Riunione annuale del nucleo di P.C. sezionale (Gennaio 2015)


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Argomenti Correlati

Protezione Civile

"Alpino chiama, alpino risponde (Ottobre 2020)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke