Ana Sezione di Milano - Content
xxx
Associazione Nazionale Alpini - Gruppo di San Vittore Olona- Via Alfieri - 20028 San Vittore Olona (MI) tel: 3333450040 - sanvittoreolona.milano@ana.it
Visita il sito
 Il Gruppo :
 Home
 Dove Siamo
 Storia del Gruppo

 Attivitą :
 Protezione Civile
 Squadra Intervento Alpino
 Scuole

 Mediateca :
 Immagini
 Biblioteca
 Archivio Articoli
 Archivio Notiziari

 Statistiche
 Web Links
 

 Downloads

Aggiungi ai preferiti

Contatta il webmaster
14:17:50
Data : 29-07-2021
GMT : +0200

 Cerca :
 Cerca nel sito :



 Cerca fuori :






pagine viste dal September 2007

 Linkaci :


Gruppo Alpini San Vittore Olona


User Info
Benvenuto, Anonymous
Nickname
Password
Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: zuzanna
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 71

Persone Online:
Visitatori: 84
Iscritti: 0
Totale: 84

SUCCEDE (Luglio 2021)
Postato il di morang

Gruppo

SUCCEDE


 il trascorrere dei giorni è costellato da momenti    con valenze negative e positive: non si tratta per forza di  grandiosità ma  normalmente  di tante piccole cose, di semplicità che  possono essere  anche negative ma  su queste non vorrei soffermarmi, non penso  sia il caso. Vorrei invece coinvolgere, ammesso sia possibile, coloro che leggono queste righe,  in un fatto piccolo, piccolo, insomma cronaca casereccia ma per me molto gratificante. Ora, com’è noto, fra noi Alpini, molti sono impegnati nella protezione civile con l’intento di  rendersi disponibili alla comunità in svariati modi e vengo al punto. Una domenica mi trovavo come volontario al centro di vaccinazione in quel di Cerro Maggiore. Caldo da vendere, gente che si accalcava, seppur in maniera discretamente  ordinata … non mancavano le battute “grandi alpini …  siete sempre presenti … io ero della Taurinense … io ero dei parà … quell’altro guardando suo figlio sospirava  … quanto ci vorrebbe adesso un po di naja  ecc, ecc.  Purtroppo,  al nostro buon Fabio, capitò la frecciata di un signore che si sentì autorizzato ad insinuare che gli alpini approfittavano dell’occasione, scavalcando la fila, “per fregare” il vaccino a quelli con il diritto di priorità;I pseudo intelligenti si fanno sempre riconoscere.  Il mio incarico, espresso  in termini militari, era di addetto alla sbarra, di piantone  e,  “armato con il mio cappello alpino“, dovevo indirizzare  quanti si presentavano per accedere all’incontro informativo con i medici prima della vaccinazione vera e propria. Piccolo aneddoto, quasi una barzelletta: un sudamericano piccolo così mi chiese dove  poteva acquistare un cappello simile al mio,  hai voglia di spiegargli che non si trattava di un particolare tipo di “sombrero” , che non aveva niente da  spartire con un simpatico oggetto di  folklore, ignoro se abbia capito perché l’ho lasciato leggermente dubbioso, ma forse non mi sarò spiegato bene.



Nella fila serpeggiante che non accennava a finire temevo che prima o poi a causa del caldo cocente, spesso fautore di brutti scherzi,  succedesse  qualcosa di spiacevole che poi  in effetti avvenne. Un litigio  quasi prossimo  alle mani: una signora, mi si passi il termine, starnazzando  minacciava fulmini e saette sul come si sentiva trattata  e/o come si presentava l’organizzazione promettendo guai futuri: ” ma non finirà qui”,  classica minaccia   che spero sia poi sbollita senza seguito alcuno. Con un po’ di fortuna il tutto fu sedato dagli addetti mentre al sottoscritto venne spontaneo un sospirone con la esse maiuscola, trovarsi coinvolti in simili pasticci non è mai simpatico. Mentre cercavo di eseguire in maniera corretta  il mio incarico un giovane in attesa mi si affiancò  dicendo una semplice parola “ GRAZIE “, di che cosa? mi venne spontaneo, non stavo facendo niente di straordinario ma quella persona volle rendermi partecipe del suo riconoscimento per il fatto che il sottoscritto assieme a tutti i volontari presenti regalasse il  suo tempo a servizio della comunità, potevamo stare tutti  a casa, tranquilli, magari sul divano davanti al televisore, andare fuori  era semplicemente un suicidio per il caldo che avrebbe arrostito  chi osasse  i famosi quattro passi . Quel “grazie” mi è rimasto impresso e se avessi potuto lo avrei voluto condividere  immediatamente con agli altri volontari,  purtroppo in ritardo ci provo con queste quattro righe. Come avevo su anticipato: non cose grandiose, mirabolanti. Si dice che la lingua ne uccide più della spada ma  quel Grazie, questa semplice parola,  è la prova che non  è sempre cosi. Ancora adesso, quando ci penso,  mi diventa spontaneo   rispondere mentalmente con un “PREGO  o … GRAZIE  A TE”.

                                                                                           PIO  


 
Links Correlati
· Inoltre Gruppo
· News by morang


Articolo più letto relativo a Gruppo:
Curiositą (Maggio 2015)


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"SUCCEDE (Luglio 2021)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke