Ana Sezione di Milano - Content
xxx
Associazione Nazionale Alpini - Gruppo di San Vittore Olona- Via Alfieri - 20028 San Vittore Olona (MI) tel: 3333450040 - m.a.alpinisvo@alice.it
Visita il sito
 Il Gruppo :
 Home
 Dove Siamo
 Storia del Gruppo

 Attività :
 Protezione Civile
 Squadra Intervento Alpino
 Scuole

 Mediateca :
 Immagini
 Biblioteca
 Archivio Articoli
 Archivio Notiziari

 Statistiche
 Web Links
 

 Downloads

Aggiungi ai preferiti

Contatta il webmaster
04:35:14
Data : 21-02-2019
GMT : +0100

 Cerca :
 Cerca nel sito :



 Cerca fuori :






pagine viste dal September 2007

 Linkaci :


Gruppo Alpini San Vittore Olona


User Info
Benvenuto, Anonymous
Nickname
Password
Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: zzyytt
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 56

Persone Online:
Visitatori: 34
Iscritti: 0
Totale: 34

Gruppo Alpini San Vittore Olona: Gruppo

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

Si riparte da... (Gennaio 2017)
Gruppo

 

 

SI RIPARTE DA …

… sembra quasi l’esortazione di una campagna politica ma poco ci manca. Infatti mi riferisco a quanto è avvenuto la sera del 2/12 u.s. in sede ossia L’ASSEMBLEA GENERALE DI GRUPPO   durante la quale  all’ordine del giorno era programmato il rinnovo delle cariche cessate per fine mandato. A rappresentare la Sezione di Milano  c’era il consigliere di zona Rodeghiero assieme a Donelli. La “burocrazia” necessaria venne espletata senza ostacoli di alcun genere e velocemente fu rieletto quale capogruppo, a furor di popolo e per alzata di mano, Angelo Morlacchi che “zaino in spalla” riprese il cammino per il prossimo triennio. C’è da dire che in questo viaggio non sarà solo ma assieme agli attuali in carica sarà supportato dai neo rieletti consiglieri nella persona di Cestarolli e Polingher  i quali “… spintaneamente …” accettarono  ma con il  groppo in gola: sarà commozione?  E’ necessario premettere come questo atto sia stato anticipato dalla relazione morale tenuta dal capogruppo e finanziaria redatta dal revisore dei conti Tacchia incorruttibile ex bancario a cui non sfugge un centesimo di euro neanche sotto tortura: ambedue furono promosse a pieni voti. Piccolo inciso: ho detto “ a pieni voti “ anche se la presenza degli alpini e amici lasciava a desiderare … come al solito si dirà che si tratta di un’epidemia di tutti i gruppi: anche quest’anno è stata rispettata la routine degli anni precedenti … ho controllato come pure precedentemente il numero degli intervenuti all’Assemblea non si discostasse di tanto dalla serata del 2/12 che avvenne con la partecipazione  di  24  iscritti fra alpini e amici. Se la forza del gruppo ammonta a   41 iscritti alpini e 10 amici  una piccola riflessione diventa immediata, una domanda  te la fai ....

Postato da morang il (772 letture)
(Leggi Tutto... | 6030 bytes aggiuntivi | 20 commenti | Voto: 0)



Cronaca (Dicembre 2016)
Gruppo

CRONACA

… sono passati ormai diversi giorni e pian  piano sbiadiscono i ricordi di quanto è avvenuto  recentemente. Non tutti per forza di cose furono presenti alla giornata  del 16 ottobre in quel di Desenzano: gli alpini della Lombardia ed Emilia, del  2° raggruppamento,  si sono  dati appuntamento sulle rive del lago di Garda, hanno voluto ritrovarsi e trascorrere una giornata assieme, quasi una mini-adunata. Il nostro gruppo non poteva mancare  aggregandosi  agli amici  e signore di Castano, Magenta, Busto Garolfo e Legnano  già dalle primissime ore del mattino. Le previsioni del tempo trovarono in S. Maurizio, patrono delle penne nere, un validissimo alleato che ci regalò quanto di meglio si poteva sperare. L’arrivo in città ci riportò a quanto  e come avviene nelle classiche adunate. Ci siamo trovati in tanti,  armati dei nostri gagliardetti,  diretti all’ammassamento dove le autorità convenute ci accolsero grati del nostro arrivo, del nostro essere a testimoniare la bellezza  del ritrovarsi  con la stessa unità d’intenti. E’ doveroso ricordare  che anche gli alpini del Centro Italia, pur massacrati dal terremoto di agosto, vollero onorarci della loro presenza. Accolti da un caloroso applauso sfilarono con noi consci che non saranno mai lasciati soli.  I “ciao, come stai? “ si ripetevano ad ogni incontro,  ad ogni angolo delle strade,  in maniera ripetitiva quasi monotona ma densa di quanto è sottinteso in queste semplici parole: sono state dette nell’occasione di quest’ultimo incontro come antecedentemente  magari pochi mesi prima in altri  e  si ripeteranno con lo stesso entusiasmo la prossima volta quando saremo invitati ancora una volta  a sfilare per le vie delle città, a salutare ed essere salutati da quell’Italia che  ci stima, dai bordi delle strade, dai balconi dei palazzi adornati da migliaia di fantasie tricolori.
Postato da morang il (365 letture)
(Leggi Tutto... | 6206 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0)



Ricordando il 4 novembre (Dicembre 2016)
Gruppo

RICORDANDO IL 4 NOVEMBRE

Come tutti gli anni il nostro gruppo è stato presente alle iniziative in ricordo della fine della prima guerra mondiale. Lunedì 1 novembre un buon numero di alpini del gruppo si è recato presso i cimiteri della zona per visitare le tombe dei nostri soci andati avanti che, purtroppo, diventano sempre più numerosi. A seguire giovedì  4 novembre alle scuole elementari ( privata e statale ) dove assieme alle autorità civili, sindaco in testa, e militari il cerimoniale previsto è stato puntualmente osservato; con una rappresentanza di insegnanti e di alunni delle scuole elementari  statalici siamo recati al cimitero per una preghiera e una riflessione davanti alle lapidi che ricordano i caduti sanvittoresi durante le guerre. Domenica 6 novembre si è tenuta la commemorazione ufficiale della fine della prima guerra mondiale; S. Messa, alzabandiera, deposizione della corona al monumento ai caduti, corteo al cimitero, discorso, preghiera. Puntualmente rispettato il copione, un bel numero di alpini era presente con riscontri positivi da parte di tutti  ( grazie Sindaco per la sua citazione positiva nei nostri confronti ).
Postato da morang il (854 letture)
(Leggi Tutto... | 3234 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0)



Paolo Caccia Dominioni (Ottobre 2016)
Gruppo
PAOLO CACCIA DOMINIONI
… tutto iniziò una sera quando Gildo Lampugnani, nostro socio, si presentò  in sede con due libri con l’intenzione di lasciarli alla biblioteca del gruppo. La curiosità che non è sempre  … femmina mi spinse a dargli  un’occhiata: assieme alle parole di Gildo attirò la mia attenzione anche il loro titolo “ Tafir” e “ El Alamein”  autore  Paolo Caccia Dominioni.  Accompagnò il presente con una dedica   …” Ai cari Alpini di San Vittore  … così conoscerete la  Persona (sic maiuscolo) cui è intestata la vostra ( nostra ) bella sede e  ( che ) mi è sempre stata molto cara! “ Logica  una mia riflessione leggermente provocatoria ossia: quanti italiani conoscono i personaggi che arricchiscono la nostra storia italiana e, a partire dal sottoscritto, quanti dei nostri iscritti sanno chi è questo signore? Un storico di San Vittore Olona nella persona di Giacomo Agrati  a suo tempo ci tracciò a grandi linee una sua immagine  assieme all’invito  di intestare la nostra sede con il suo nome in occasione della sua inaugurazione: evidente lo scopo di farci conoscere, onorare, questo personaggio e ugualmente di dare prestigio alla nostra “ casa “.  Lessi i due libri durante le ferie estive. Nello specifico si tratta di suoi diari analitici e precisi del periodo bellico in Africa del Nord durante il secondo conflitto mondiale  che  ci permettono di scoprire un uomo da prendere con le pinze, dal carattere deciso, quasi autoritario ma attaccato ai suoi uomini che sempre difese   senza alcun timore di esprimere il suo parere, senza guardare in faccia a nessuno: superiori, amici, alleati e nemici  in virtù di una sua rettitudine  applicata alla vita civile e militare.
Postato da morang il (560 letture)
(Leggi Tutto... | 6101 bytes aggiuntivi | 17 commenti | Voto: 0)



La libertà (Giugno 2016)
Gruppo
LA LIBERTA’
Il 25 Aprile in tutta l’Italia si è festeggiato l’anniversario della liberazione e la nostra  comunità con le  varie associazioni  si adoperò  affinché   venisse celebrata  quella data. Attualmente, purtroppo, si ha la sensazione che la più parte della cosiddetta cittadinanza sia ben lontana da voler ricordare quello che la ”storia” spererebbe fosse di dominio comune.  Ora  si vive nel completo benessere,  nella totale libertà di fare, di andare senza chiedere il permesso a nessuno … per noi è naturale che le cose vadano in questo modo, l’abbiamo trovata questa libertà, questa benedetta grazia di Dio, non abbiamo fatto un passo per conquistarcela  e la possibilità  di lamentarsi a 360 gradi di ciò che non funziona o che dovrebbe essere migliorato  o lamentarsi per il solo gusto di farlo  è  palesemente contrario di quanto … allora … a quei tempi con quei regimi ed imposizioni  non si poteva neppur pensare o ipotizzare ma solo sperare, chissà quando, di concretizzare.  Fu così che giorno dopo giorno, passo dopo passo, la lotta ed il sacrificio di altri ci hanno dato  l’opportunità di  godere oggi dei risultati della loro fatica. Tanti allora pagarono con la vita … oggi ci si gira dall’altra parte … in verità non tutti  …  ma, da subito,  molti si adoperarono affinché  questo recente passato rimanesse  costantemente presente.

Postato da morang il (321 letture)
(Leggi Tutto... | 5430 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0)



Quelli che ... (Maggio 2016)
Gruppo
QUELLI CHE…


Prego che da lassù il grande Enzo Jannacci mi perdoni per essermi appropriato di uno dei suoi più famosi titoli per questo umile sfogo, ma non mi è venuto in mente altro per rappresentare lo stato d’animo nel quale mi trovo quando mi confronto con una realtà che si allontana sempre più da quelli che, da sempre, sono stati punti di riferimento nella mia vita e mi sento veramente come:
Quelli che avevano rispetto per le Istituzioni e per chi le rappresentava a cominciare da chi vestiva una divisa e che magari ti incuteva un reverenziale timore, anche se non avevi fatto niente di male, mentre adesso ci si fa i selfie mentre si sbeffeggia o, peggio, si insultano e umiliano le Forze dell’Ordine. Quelli che non comprendono come mai siamo l’unico Paese che ha dedicato un’aula parlamentare a un giovane morto mentre tentava di spaccare la testa ad un Carabiniere con un estintore! Quelli che se si svegliavano in piena notte e se si trovavano un individuo incappucciato a fianco del letto non dovevano prima chiedere al tizio se aveva intenzioni più o meno cattive, se intendeva far del male o usare violenza a lui e ai suoi famigliari, se l’arma impugnata era vera o un giocattolo, se aveva la compiacenza di aspettare affinché si chiamassero i Carabinieri e, naturalmente stare attenti a non ferirlo fisicamente o nella sua dignità, pena il dover lavorare per almeno due generazioni per ripagare la famiglia del delinquente dell’eventuale “danno” subìto. Quelli che non riescono a capire come mai a seguito degli attentati di Parigi e di Bruxelles, chiaramente atti di una guerra mai dichiarata ma altrettanto chiaramente in atto tra culture, una delle quali nulla ha di umano, il principale attentatore arrestato si “rifiuta di collaborare” e non ci si capacita del perché questo garantismo funziona solo a senso unico. Quelli che faticano a comprendere come sia possibile che in un clima di emergenza totale in tutti i paesi democratici ci sia stato bisogno in Belgio di una legge apposita che permettesse di poter effettuare perquisizioni in covi malavitosi e terroristici dopo le ore 23, quasi a dire che il terrorismo è qualcosa a orario definito, che alle 17 timbra il cartellino e va in pausa sino all’indomani.
Postato da morang il (398 letture)
(Leggi Tutto... | 5128 bytes aggiuntivi | 15 commenti | Voto: 0)



Eventi del mese (Aprile 2016)
Gruppo
Eventi del mese


Questo articolo vuole sommariamente raccontare, a beneficio di chi non c’era, le iniziative che il nostro Gruppo ha organizzato in questo periodo.. La prima, dopo quelle scritte nell’ultimo giornalino, è stato l’incontro di domenica 21 Febbraio alla Casa Famiglia presente il Coro di Magenta. E’ tradizione ormai da diversi anni che un pomeriggio festivo del mese di Febbraio, gli amici alpini del suddetto coro arrivano  presso la struttura dietro la nostra chiesa e con le loro voci ben armonizzate allietano coinvolgendoli, gli ospiti con i parenti e conoscenti. Anche quest’anno le aspettative non sono andate deluse e il risultato è stato quello di sempre: un successo !!!! Simpatico come sempre il dopo concerto presso la nostra sede con spuntino e tanta simpatia.

Il secondo importante evento è stato la festa del gruppo di domenica 16 Marzo.
Postato da morang il (478 letture)
(Leggi Tutto... | 3975 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0)



I favolosi... (Aprile 2016)
Gruppo
I FAVOLOSI …

… anni sessanta. Bene: è un titolo un po’ anomalo e che può dare adito a molteplici ipotesi. Sveliamo subito: si tratta di raccontare per sommi capi quanto è avvenuto la sera del 18 u.s. nella nostra sede dove di alpino c’era solo la baita, il resto, serata culturale con tema: i favolosi anni sessanta - settanta, musiche popolari e cronache e avvenimenti di allora. L’affluenza che inizialmente sembrava un po’ tirata alla fine si rivelò decisamente superiore al previsto. L’ideatore, il proponitore dell’avvenimento chi poteva essere se non lui, il nostro Luciano. Pur aderendo da subito mi chiedevo quale sarebbe stata la scaletta della riunione, come avrebbe potuto riempire quell’ora e mezza soltanto commentando  le canzoni di allora di quelle che risuonavano un po’ dovunque  dai bar e discoteche  alle feste popolari. In verità il problema non era mio  ma  suo:  vi garantisco che Luciano seppe gestire egregiamente il tutto. Miscelando avvenimenti e canzonette, che lui non cantava anche se era in grado di farlo, ma  tramite le musiche di allora, i fatti contemporanei e le cronache di quei tempi ci ha offerto l’opportunità di trascorrere una bella serata. 
Postato da morang il (542 letture)
(Leggi Tutto... | 4362 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0)



Alpini a Scuola (Marzo 2016)
Gruppo

ALPINI A SCUOLA

 

No, tranquilli, non hanno scoperto che la nostra licenza elementare l’abbiamo comperata anni fa, ma il titolo di questo articolo parla della bella esperienza vissuta dai nostri due soci, Franco e Pio che all’inizio del mese sono tornati nelle aule scolastiche per parlare agli studenti delle tre classi di terza media di San Vittore Olona della vita vissuta dai soldati impegnati sui vari fronti nel corso della Grande Guerra. All’invito rivoltoci direttamente dalla Direzione scolastica, la risposta è stata immediata e, per non fare brutta figura, ci siamo preparati un programma che prevedeva la spiegazione delle fotografie riportate su un apposito DVD riguardanti le trincee, le postazioni in alta quota, la mitica Città di ghiaccio in Marmolada, la strada delle 52 gallerie del Pasubio, la battaglia dell’Ortigara per finire con una carrellata di immagini sulla Linea Cadorna situata nella zona del Monte Orsa sopra Viggiù.

Postato da morang il (647 letture)
(Leggi Tutto... | 4138 bytes aggiuntivi | 15 commenti | Voto: 0)



Falò di S. Antonio (Febbraio 2016)
Gruppo

 

FALO’ DI SANT’ANTONIO

… la sera del 16.01.2016 il nostro gruppo festeggiò questa ricorrenza invernale: il falò. Cosa significhi questa manifestazione, capire l’origine di questa chiamiamola festa è un po’ difficile e le interpretazioni sono veramente tante.   Ci si può accontentare con quella più facile ossia la fine dell’inverno nell’attesa della primavera, oppure rifarsi  alla sconfitta di magie, fatture e sortilegi negazione di  quanto sapeva di pagano nell’anno appena trascorso sostituito dalla religione  cristiana. Eccola allora l’immagine del nostro S. Antonio con a lato un porcellino. Ricordiamo come il maiale nei tempi remoti era considerato sacro visto che dal suo corpo si ricavava il grasso utilizzato in maniera considerevole e in svariate modalità nell’antica medicina. Detto ciò vediamo cosa abbia a che fare il fuoco elemento primario nell’iconografia di questa manifestazione. Mi ha sorpreso la leggenda che ricordava come Sant.Antonio   assieme al porcellino  scesero nell’inferno con lo scopo di rubare il fuoco a beneficio di una umanità che ai tempi e  per la maggior parte era ricca solo di miseria  e nel periodo invernale il fuoco era l’unico mezzo disponibile contro i rigori del freddo. Ecco, si chiude il cerchio: il santo che spianta il

paganesimo e il maialino che procura il grasso, fanno in modo che l’uomo, l’umanità  con questo “ furto “  si possa difendere dalle intemperie … un piccolo miracolo …  E’ ovvio non si tratta di un dogma di fede … e quindi c’è spazio per le libere interpretazioni  di ognuno.
Postato da morang il (582 letture)
(Leggi Tutto... | 5582 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0)



Relazione morale 2015 (Gennaio 2016)
Gruppo

RELAZIONE MORALE 2015

Prima di iniziare chiedo a tutti di ricordare coloro che sono “andati avanti” ed in particolare i soci Mario Madotto e Carlo Sangalli e la carissima Nazzarena a loro associamo i componenti delle Forze dell’ordine e i militari che hanno perso la vita. Cari Soci, l’inesorabile scorrere del tempo ci porta anche quest’anno all’appuntamento principale della vita del nostro Gruppo e cioè questa assemblea. Sono già cinque anni che ho l’onore di guidarvi e ritengo doveroso un piccolo bilancio: sono stati anni spesi bene, sono orgoglioso di tutto quello che abbiamo realizzato, ma possiamo migliorarci. Insieme abbiamo superato difficoltà e momenti difficili e salutato tanti amici che ora sono nel “Paradiso di Cantore”. Vi chiederete: perché questa riflessione. Ogni tanto bisogna arrestarsi e capire se abbiamo operato in modo giusto e corretto. Se per molti di noi la risposta è affermativa per alcuni altri può anche non esserlo. Non si può delegare sempre le stesse persone ad agire. Se facciamo parte di un insieme tutti dobbiamo lavorare verso medesimi obbiettivi ed esprimere le nostre idee altrimenti prima o poi la macchina si inceppa. Questo vuole essere ancora una volta un richiamo per coloro che non partecipano e che non vengono mai in sede. E’ inutile vantarsi di far parte dell’ Associazione Alpini e non dimostrarlo con i fatti.

Postato da morang il (468 letture)
(Leggi Tutto... | 8700 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 5)



Verbale assemblea generale del gruppo (gennaio 2016)
Gruppo

VERBALE ASSEMBLEA GENERALE DEL GRUPPO

 

Venerdì 4 dicembre si è tenuta l’annuale Assemblea generale del Gruppo, momento importante per la vita associativa e di verifica delle iniziative intraprese nel corso dell’anno. Erano presenti 27 Soci del Gruppo, mentre la Sezione era rappresentata dal Presidente Boffi e dai Consiglieri Donelli e Orlandini, oltre la gradita presenza del capogruppo di Legnano. Dopo il doveroso saluto alla Bandiera e un momento di raccoglimento in memoria dei Caduti in servizio e dei Soci ed amici andati avanti, vengono eletti il Presidente, il segretario e i due scrutatori dell’assemblea nelle persone di Orlandini, Maggioni, Sala e Vegezzi R., e dopo avere approvato il verbale della precedente assemblea, il capogruppo Morlacchi da lettura della Relazione Morale. Al termine, il revisore dei conti Tacchia illustra le Relazioni Finanziarie sia del Gruppo che dell’Associazione e successivamente l’assemblea viene chiamata a stabilire la quota associativa del prossimo anno che viene mantenuta identica alla precedente non essendo mutate le quote destinate alla Sezione. Iniziano gli interventi dei Soci e il Consigliere Donelli illustra le finalità e la situazione della Protezione Civile sezionale, mentre il Presidente Boffi aggiorna i presenti riguardo la candidatura della nostra Sezione ad ospitare a Milano l’Adunata del 2019, per intenderci quella del centenario.

Postato da morang il (321 letture)
(Leggi Tutto... | 3202 bytes aggiuntivi | 12 commenti | Voto: 0)



Appuntamenti del mese di dicembre (Gennaio 2016)
Gruppo

APPUNTAMENTI DEL MESE  DI  DICEMBRE

 

 

Questo mese di dicembre 2015 comprendeva cinque importanti impegni per il nostro gruppo: assemblea annuale - pranzo di Natale – benedizione natalizia della Sede – auguri agli ospiti della casa famiglia – vin broulè e cioccolata calda la notte di Natale. Sull’assemblea la relazione tocca al capogruppo e sarà, come sempre, esauriente. Io vi racconto in ordine sulle altre iniziative. Comincio con il pranzo di domenica 6 dicembre; non ho potuto esserci né al pranzo né alla tombolata. Ma allora cosa vuoi raccontare? Calma e leggete il seguito.  Dunque già al venerdì notte, dopo l’assemblea, ho iniziato ad avere brividi ( il fisico che mi ritrovo perde i colpi ..…) e al sabato mattino febbre! Telefono al capogruppo per anticipargli che, per il pranzo di domenica, doveva trovare due sostituti  ( io e la moglie ); la sostituzione è stata istantanea ( abbiamo prenotazioni da tutta la Lombardia …….)  e arriviamo alla domenica dove, sotto le coperte e in pigiama, all’ora del pranzo mando un SMS al capogruppo augurando buon appetito e chiedendo se funzionava il servizio catering.

Postato da morang il (361 letture)
(Leggi Tutto... | 8903 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0)



Appuntamenti del mese di novembre (Dicembre 2015)
Gruppo

APPUNTAMENTI DEL MESE  DI  NOVEMBRE

 

 

Come tutti gli anni il mese di novembre propone  diversi appuntamenti per il nostro gruppo. Si comincia dal primo giorno del mese con la visita ai cimiteri dove riposano i soci del nostro gruppo che sono andati avanti. Otto le mete  raggiunte da otto soci che hanno portato un fiocco tricolore sulle tombe e  pregato per loro. Il 4 Novembre, prima alle scuole elementari private e poi a quelle comunali, identica  cerimonia: inno di Mameli, alzabandiera, pensiero del sindaco ( quest’anno assente per impegni e sostituito dall’assessore allo sport  Paolo Salmoiraghi alpino ).  A seguire per entrambe le scuole alcune riflessioni sulla guerra dette dagli alunni e a chiusura il canto “ La leggenda del Piave “. Successivamente gli alunni delle quinte classi  ci hanno rivolto diverse domande alle quali abbiamo risposto con chiarezza. Dopo la visita alle scuole comunali in corteo abbiamo raggiunto il nostro cimitero dove, di fronte alle lapidi dei caduti sanvittoresi, abbiamo deposto un mazzo di fiori ed un  cero e recitata una preghiera a suffragio.

Postato da morang il (320 letture)
(Leggi Tutto... | 4470 bytes aggiuntivi | 6 commenti | Voto: 0)



Costalovara (Dicembre 2015)
Gruppo

  COSTALOVARA

Dopo tanti rinvii finalmente carico armi, bagagli e via: destinazione Trentino, tour delle Dolomiti, visita alla mia caserma in quel di Bressanone seguita da rispettoso “ pellegrinaggio” a Lappago in val Aurina con puntata al lago di Neves: qui siamo a  1800 mt.  In quel posto in tanta malora, sperduto e privo di ogni benché minimo svago o distrazione, il nostro plotone sopportò “ eroicamente” un impegnativo campo estivo della durata di un mese occupato nella ristrutturazione di due rifugi alpini di proprietà del C.A.I. ( Rif. Porro e Ponte di Ghiaccio a quota 2500 mt). Erano stati malridotti dal precedente utilizzo da parte dell’esercito durante l’impegno  resosi necessario per i  problemi causati dal  terrorismo altoatesino d’allora: bisognava quindi riconsegnarli al legittimo proprietario come si erano ricevuti.   Ho ritrovato dopo quarantacinque anni lo stesso panorama mozzafiato, splendido, una conca con il lago artificiale e le vette circostanti  ormai spruzzate dalle prime nevi;  sbirciando per un attimo mia moglie mi ha fatto  piacere vederla entusiasta nonostante la pioggia e il freddo di quel giorno. Della mia caserma ora  esiste solo il basamento con il palo dell’alzabandiera nascosto fra due pini più parte del muro di cinta ( muro del pianto? ) quasi un monumento-ricordo di quanti passarono in quel posto tanti mesi  … cara caserma Vodice ormai nella memoria di noi ex genieri della brigata Tridentina …

Postato da morang il (434 letture)
(Leggi Tutto... | 5811 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0)



S. Messa per i Caduti (Dicembre 2015)
Gruppo

S. MESSA PER I CADUTI

 

Organizzata dalla locale sezione dell’Associazione Nazionale Fanti di Legnano, mercoledì 11 novembre nella piccola e suggestiva chiesetta di S. Martino, è stata celebrata una S. Messa in suffragio e ricordo di tutti i militari caduti nel corso delle missioni umanitarie ed internazionali. In occasione del centenario della Grande Guerra, la cerimonia è stata dedicata a tutti i Caduti, senza distinzione di parte, che hanno perso la vita nel fiore della gioventù.    Erano presenti alla funzione i rappresentanti delle istituzioni militari e di molte associazioni d’Arma dai bersaglieri, ai carabinieri, ai fanti, paracadutisti, granatieri, carristi e naturalmente noi alpini. Nel corso della Messa, il sacerdote ha avuto parole di elogio per l’opera, spesso silenziosa e disconosciuta, prestata dai nostri militari per assicurare una parvenza di pace e stabilità a Paesi dove magari le nuove generazioni non hanno conosciuto altro che un clima di guerra auspicando per loro e per tutti la tanto desiderata pace e serenità. Al  termine della Messa, all’uscita della chiesetta, i contradaioli di S. Martino hanno offerto cioccolata e vin broulè ai presenti, mentre prima di rientrare abbiamo accolto l’invito degli amici bersaglieri e ci siamo ritrovati per un simpatico rinfresco presso la sede di Associarma con l’auspicio di ritrovarci ancor più numerosi il prossimo anno.

F.M.

Postato da morang il (333 letture)
(Leggi Tutto... | 6 commenti | Voto: 0)



Questa sera parliamo in milanese (Novembre 2015)
Gruppo

 

QUESTA SERA PARLIAMO IN MILANESE

Questo è quanto ci suggeriva la scaletta dell’incontro che si è tenuto la sera del 18.10.c.m:  artefice di tutto il nostro Luciano Tacchia.  Dire che  Luciano abbia l’hobby della commedia, dell’arte connessa all’amore per la letteratura, per il  teatro è semplicemente riduttivo  lui è molto di più. Animato dalla passione per la commedia particolarmente in dialetto o vernacolo che si voglia dire, si prodiga oltre alla passione per raccontare, testimoniare e far conoscere quanto giorno dopo  giorno si rischia di seppellire nel dimenticatoio dei nostri giorni impregnati fino allo stordimento dall’informatica, dall’utilizzo di computer, di tablet e chi più ne ha più ne metta. La storia, la vecchia e pur sempre attuale cultura,  il come eravamo,  come parlavamo sta passando in secondo ordine;  lui si è impegnato perché tutto questo non avvenga. A suo tempo diede vita ad una compagnia teatrale che lo impegnò fino a pochi mesi fa: ora si occupa nell’insegnamento, in serate a tema con la volontà di continuare questa “avventura” che lo entusiasma  da sempre  giorno dopo giorno. 

Postato da morang il (376 letture)
(Leggi Tutto... | 7745 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0)



Cimitero degli Alpini (Ottobre 2015)
Gruppo

CIMITERO DEGLI ALPINI

Era l’aprile del 1917, mancava poco più di un anno alla fine della 1° Guerra Mondiale ed in alta Val Malenco nel giro di pochi giorni  ben 24 giovani Alpini del 5° persero tragicamente la vita. Il 1° aprile, dopo le abbondanti precipitazioni nevose dei giorni precedenti, una grossa valanga staccatasi dalle pendici del Sasso Nero, scese a valle e si abbatté sul Rifugio Musella dove erano distaccati 28 Alpini e 9 di loro perirono subito sotto le macerie, vanamente soccorsi dai loro commilitoni che erano scampati alla furia della montagna. Il giorno successivo, il 2 aprile, una colonna di 42 Alpini proveniente dal Rifugio Marinelli e diretta a sua volta al Musella, nel risalire il versante verso la Bocchetta delle Forbici, veniva anch’essa investita da una nuova valanga staccatasi dalla cima occidentale della cima Musella. 15 di loro furono sommersi dall’enorme massa di neve, trascinati a valle e non furono trovati in tempo, malgrado i soccorritori avessero lavorato tanto alacremente quanto inutilmente per salvare le loro vite per tutto il corso della giornata e della notte. Tutto ciò ebbe grande rilievo non solo nella valle, ma in tutta Italia ed è con spirito di riconoscenza e rispetto che nel corso della mia vacanza di alcuni giorni a fine agosto in Val Malenco che ho voluto andare presso il Cimitero dedicato a questi giovani mai diventati vecchi, che sorge nel vallone dello Scerscen  ai piedi del Bernina e dei ghiacciai che ancora fanno corona al monumento. Ho voluto lasciare un ricordo del Gruppo alla memoria di questi Bocia perché fin quando ci sarà un Alpino il loro ricordo non svanirà.

Franco

Postato da morang il (286 letture)
(Leggi Tutto... | 8 commenti | Voto: 0)



Un saluto a Nazarena (Ottobre 2015)
Gruppo

UN SALUTO A NAZARENA

Eravamo anche preparati anche se speravamo sempre. Da quando la notizia che Nazarena soffriva per il “ male del secolo “ grande era la preoccupazione di chi la conosceva. Cercavamo di partecipare, con parole di circostanza, la nostra vicinanza al marito Fiorenzo e al fratello Pio ma il timore che la situazione si aggravasse era in noi. Poi la notizia che tutti temevamo è arrivata: Il funerale è mercoledì 26 Agosto alle ore 10 “. Tantissima gente ha presenziato alla cerimonia accompagnandola nell’ultimo suo viaggio, testimoniando al marito Fiorenzo, alle figlie Chiara e Valentina e al fratello Pio l’affetto e la stima che Nazarena si era conquistata. Personalmente però ho realizzato il suo distacco dopo 15 giorni al disnarello di Settembre. Entrando in sede ho guardato verso sinistra della sala dove, davanti alla finestra, era solita sedersi. La vedevo sempre quando arrivavo e sempre dopo di lei ( e di quasi tutti…. ). Sempre sorridente, cordiale, la prima a salutarmi;  attenta a tutti, insomma una compagnia piacevolissima..  Quando, la sera di venerdì 10 Settembre, sono entrato in sede ho guardato inconsapevolmente verso sinistra e, davanti alla finestra, Nazarena non c’era…  E’ allora che, dopo averla vista ammalata a casa e all’ospedale, dopo aver seguito il suo funerale, solo in quel momento ho capito che ci aveva definitivamente lasciato. La prima mia reazione è stata quella di cercare Fiorenzo e lui, l’amico mio ma soprattutto l’amato marito, c’era e mi ha fatto piacere. Nazarena voleva sicuramente che il suo Fiore non si chiudesse nel dolore, isolato da tutti; stare insieme ai suoi amici alpini lo aiuterà sicuramente a superare il grande dolore di questa perdita. Il suo ricordo ci accompagnerà sempre nei nostri ritrovi e cercheremo di essere sempre sereni perché così voleva lei. Ciao Nazarena, alpina di fatto e, ma già lo fai, guarda  il nostro gruppo.

                                                                  Luciano

Postato da morang il (373 letture)
(Leggi Tutto... | 4 commenti | Voto: 0)



Raduno al Contrin (Settembre 2015)
Gruppo

Raduno al Contrin

 

In occasione del 32° raduno al rifugio Contrin, che si trova sulle dolomiti ai piedi della Marmolada, organizzato dalla sezione di Trento, il 28 giugno del corrente anno tre membri del gruppo, ed in particolare io il capogruppo e un terzo socio, abbiamo deciso di partecipare alla cerimonia. Dopo aver preventivamente prenotato il posto presso il rifugio, ci siamo organizzati per poter partecipare, certo che, essendo la prima volta eravamo dubbiosi su tutto ma non poteva andare meglio. Partiti di buon mattino, visto la distanza da percorrere, abbiamo subito intrapreso il viaggio per raggiungere Alba di Canazei dove inizia l’attacco del sentiero che dopo un’ora e mezza  circa ci consente di giungere al rifugio. Il viaggio è stato fortunatamente tranquillo e senza traffico, quindi giunti ad Alba a metà mattina ci siamo subito documentati su come raggiungere il rifugio.

Postato da morang il (326 letture)
(Leggi Tutto... | 5333 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0)



Pellegrinaggio in Ortigara (Settembre 2015)
Gruppo

Pellegrinaggio all’Ortigara

 

Come da ogni anno siamo abituati a fare, anche questa volta ci siamo organizzati per recarci in vetta al monte Ortigara il quale è stato luogo di una sanguinosa battaglia tra italiani e austriaci. Quest’anno abbiamo deciso come giorni di uscita il 25 e 26 luglio, e a differenza degli scorsi anni abbiamo aggiunto come tappa il Salto dei Granatieri. Partiti di buon mattino e, dubbiosi sulle previsioni meteorologiche, giunti a Roana con tempo buono, abbiamo intrapreso il giro delle gallerie e trincee che a ridosso della Val Sugana si susseguono tra strapiombi e panorami mozzafiato. Con l’ausilio di torce elettriche abbiamo potuto percorrere tutto l’itinerario propostoci dal nostro consigliere Pio il quale ha accompagnato me e il capogruppo lungo questo bellissimo giro. Partendo a piedi da Piazzale Principe si giunge, dopo un susseguirsi di trincee e gallerie, a Piazzale dei Granatieri, lì si può visitare una bellissima chiesetta e sostare al rifugio, dopo di che si percorre un sentiero ad anello che si richiude da dove siamo partiti.

Postato da morang il (398 letture)
(Leggi Tutto... | 4751 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0)



Ciao Cavalier Molettin (Luglio 2015)
Gruppo

CIAO CAVALIER MOLETTIN

Un altro grande Vecio del Gruppo ci ha lasciati: Carlo Sangalli di Pogliano Milanese è andato avanti a fine maggio raggiungendo nel Paradiso di Cantore i compagni di naia che lo avevano preceduto. Purtroppo una parte dei Soci del nostro Gruppo, praticamente i giovani e quelli entrati negli ultimi anni non hanno avuto la possibilità di conoscerlo ed è un peccato perché Carlo era una persona che valeva la pena di incontrare ed è stato uno dei protagonisti della nostra vita associativa per un periodo certamente denso di novità  e cambiamenti, quando per intenderci c’è stato il ricambio generazionale tra i reduci e noi (allora) bocia. Purtroppo le sue precarie condizioni di salute lo avevano allontanato dalla vita attiva del Gruppo e negli ultimi anni non frequentava più la Sede anche se non mancava mai, quando lo andavo a trovare, di informarsi sull’operato del Gruppo e di come procedevano le cose tra di noi non mancando mai di insistere sul fatto che l’armonia doveva sempre regnare tra i Soci.

Postato da morang il (424 letture)
(Leggi Tutto... | 4446 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0)



Ciao Carlo (Luglio 2015)
Gruppo

Ciao,  Carlo

 

Mercoledì 27 Maggio abbiamo accompagnato al cimitero il nostro vecio Carlo Sangalli. Era il vecio del gruppo ( 88 anni ) e da un po’ non lo vedevamo ma, come sempre succede,  quando ti arriva la telefonata ti rattristi e, col pensiero,  cerchi un ricordo di lui. Era una bella persona, semplice il che in una persona è una qualità difficile da raggiungere. La semplicità di Carlo era essenzialità. Lo ricordo quando, qualche anno fa, si andava nelle scuole per il 4 Novembre; adesso continuiamo ad andarci ma lui, da qualche tempo, non c’era e mi mancava tanto. Carlo era l’unico del gruppo che “  aveva fatto la guerra “ e precisamente la seconda guerra mondiale e questo per me costituiva  un motivo di orgoglio averlo nel nostro gruppo. Ma lui non ne faceva motivo di arroganza, di prosopopea ma in maniera  pacata e semplice rispondeva alle  domande ( sempre uguali ) che ogni anno gli scolari gli rivolgevano. Stimato  e apprezzato da tutti noi e anche in paese come abbiamo sentito dalle parole rivoltegli nell’omelia della cerimonia funebre. Eravamo tanti del Gruppo ( ben 14 !!! ) e Carlo avrà apprezzato come hanno fatto la moglie, i figli, i nipoti e tutti i presenti. Adesso è andato avanti………    Ciao Carlo, bella persona!

 

Luciano

 

 

Postato da morang il (385 letture)
(Leggi Tutto... | 4 commenti | Voto: 0)



Ponte Selva (Luglio 2015)
Gruppo

 

 

PONTE  SELVA  7.6.2015

Come da calendario la sezione A.N.A. di Milano si ritrovò all’annuale appuntamento nella pineta  di Ponte Selva nei pressi di Clusone (Bg) tanto  al fine  di enunciare le coordinate geografiche dell’incontro. Giornata più che splendida  esaltata da sole e presenza di tante penne nere milanesi e non, convenute all’appuntamento. Anche “i prodi” del San Vittore  Olona non potevano mancare e quindi presenti alla cerimonia d’onore ai caduti con alzabandiera, corteo e S.ta Messa celebrata presso la chiesetta attigua al collegio  nella quale riposa la salma di Mons.  Antonietti  che ha voluto  questa realtà in soccorso ai tanti orfani del dopo guerra: ora  diventata centro di vacanze, di incontri per  gruppi sportivi  o di interesse culturale/educativo  … sarebbe un vero peccato che questa  si perdesse nel dimenticatoio e nel degrado totale. Detto ciò oltre al festeggiamento del 50.mo° di questo appuntamento, la sezione gratificò il gruppo di San Vittore  O. con una targa premiando il nostro notiziario:  che dire se non  ringraziare la commissione  aggiudicatrice … e applaudirci solo un pochino  e  non per scaldarci le mani …  

Postato da morang il (344 letture)
(Leggi Tutto... | 8021 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0)



Serata Musicale (Luglio 2015)
Gruppo

29.5.2015  SERATA MUSICALE

Dopo  fanfare, bande musicali in quel dell’Aquila  anche  nella nostra sede la musica è venuta a farci visita: artefice di tutto il nostro amico Stefano  Quaglia in qualità di insegnante di musica che  da  tempo ci aveva espresso il desiderio sulla fattibilità di una manifestazione  musicale in casa nostra. Aveva … “ fra le mani” due suoi studenti, a parere suo, due promesse che meritavano un test, un  contatto con il pubblico,  che avrebbe fatto loro solo del bene:  la nostra sede era idonea allo scopo e lui era talmente  entusiasta dei suoi  allievi che non si poteva dire di no: ne è valsa la pena  e quella sera i due fratelli Gabriele e Francesco Luraschi ci hanno  dimostrato come l’impegno e l’amore per questa disciplina favoriscano dei veri risultati.  Va detto che uno dei due, mi sfugge il nome  del più piccolo, si fosse accostato solo da pochi mesi alla musica, al pentagramma, al suo flauto. Considerando l’età e il fatto di essere agli inizi, è riuscito, sempre sotto la guida di Stefano a presentare dei brani dove con una base musicale suonava da primo flauto.

Postato da morang il (370 letture)
(Leggi Tutto... | 6025 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0)



Adunata Nazionale: il volo dell'Aquila (Giugno 2015)
Gruppo

ADUNATA NAZIONALE: IL VOLO DELL’AQUILA

 

E venne il giorno dell’ 88° Adunata Nazionale in quel de L’Aquila ancora ferita dalla terribile notte del 6 aprile del 2009 quando il terremoto, con una intensità del 9° grado, si scrollò di dosso case e monumenti con secoli di storia e provocò la morte di 309 persone, 1600 feriti e circa 80.000 sfollati molti dei quali ancora oggi vivono nelle strutture sorte nell’immediata emergenza. Ma L’Aquila forte e gentile come le sue genti, aspettava l’occasione di rialzare la testa, di poter tornare a vivere in maniera “normale” seppur per qualche giorno e pur tra impalcature e putrelle di sostegno che ancora oggi sono parte integrante del panorama del centro città che purtroppo molti giovani aquilani conoscono solo in questa veste. E così, perdonate l’immodestia, ma penso che noi alpini che abbiamo voluto essere a L’Aquila per questa nostra Adunata abbiamo contribuito a rendere possibile questo sogno realizzando il desiderio di vedere ancora i corsi e le stradine del centro invase da migliaia di persone felici di ritrovarsi come sempre tra alpini e consapevoli di partecipare a una Adunata diversa ed unica nella storia dell’A.N.A.

Postato da morang il (550 letture)
(Leggi Tutto... | 8821 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0)



Piccolo diario (Giugno 2015)
Gruppo

PICCOLO DIARIO

... mi sembra giusto ricordare quanto di bello è avvenuto in questi ultimi giorni, a partire dal 25 aprile quando il nostro gruppo alpini, secondo me, ha ben figurato per numero e l’immediato riconoscimento  per la comune camicia, fra i partecipanti al corteo. Con un po’ di rammarico o tristezza, comunque la si voglia vedere, è la costante  minor partecipazione popolare a questo evento di storica importanza avvalorando  il vecchio adagio che ricorda: una nazione senza memoria ripeterà all’infinito gli errori  fatti in precedenza. Speriamo di essere smentito. Continuando in questa piccola relazione mi piace ricordare le ore trascorse con il gruppo scout Legnano 1 qualche giorno dopo. Ho avuto sempre uno sguardo di simpatia  verso  questo movimento  giovanile, questi  ragazzi impegnati in un particolare momento della loro vita dove il motivo principale del loro essere assieme  nasce con lo scopo di educarsi alla vita, conoscere ed  apprezzare  la collaborazione  di gruppo, di  adattarsi  alle varie modalità di vita  occasionali o addirittura create, vedi il dormire in tenda, lavarsi con l’acqua  fredda, camminare con zaino in spalla o ubbidire  ad  un fischio che mi ha tanto ricordato quello del nostromo in marina. 
 

Postato da morang il (515 letture)
(Leggi Tutto... | 7124 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0)



Sotto assedio (Giugno 2015)
Gruppo

SOTTO ASSEDIO

Vedendo le terribili immagini delle devastazioni causate alla nostra città e nelle immediate vicinanze della nostra sede sezionale ad opera di un manipolo di criminali venuti addirittura dall’estero con la sola intenzione di distruggere ogni cosa indipendentemente dalla motivazione, ed essendo in procinto di partire per la nostra Adunata nazionale che vedrà centinaia di migliaia di persone sfilare per ribadire l’orgoglio di essere italiani, penso che se fossi un agente dell’ordine e potessi scegliere, la destinazione del servizio sarebbe scontata. Ma quello che più mi fa male è il vedere vanificato il lavoro delle forze di polizia che ben due giorni prima avevano identificato e fermato diversi di questi teppisti salvo poi sentirsi dire dal solito giudice che non potevano essere espulsi e lasciandoli quindi liberi di perpetrare le loro nefandezze in barba di ogni regola del vivere civile e forti del fatto che le disposizioni delle forze dell’ordine erano di impedire che uscissero dalla zona evitando lo scontro che avrebbe avuto ben più tragiche conseguenze.

Postato da morang il (450 letture)
(Leggi Tutto... | 3550 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0)



Rendi forti le nostre armi ... (Maggio 2015)
Gruppo

RENDI FORTI LE NOSTRE ARMI…

 

E come prosegue la nostra Preghiera tutti noi lo sappiamo, così come lo sanno quei parroci che ultimamente non ne consentono la lettura magari durante il funerale di un Vecio che viene accompagnato nel suo ultimo viaggio, costringendo i suoi amici alpini a recitarla fuori dalla Chiesa, sul sagrato, prima della tumulazione. Chissà perché ho associato questa immagine a quanto visto al TG dopo le tremende immagini che giungevano dal Kenia dove si è avuta l’ennesima mattanza di giovani nell’università, colpevoli solo di essere cristiani, grazie anche alle “mancanze organizzative” di una polizia che è intervenuta diverse ore dopo il fatto, ed il secondo servizio in scaletta dove si vedevano i nostri parlamentari che uscivano provati ed esausti dall’aula dopo l’ennesima, e come sempre infruttuosa, seduta dedicata all’eterna riforma elettorale. In entrambi i casi associo questi comportamenti a quello dell’orchestra del Titanic che, mentre la nave affondava, continuava a suonare come se niente fosse, con l’unica differenza che in quel caso gli orchestrali non potevano fare altrimenti, mentre oggi serve una decisa e responsabile presa di posizione su una vicenda che non ha precedenti nella storia moderna e che minaccia tutto il modo di vivere del mondo occidentale e quindi del nostro mondo.

Postato da morang il (296 letture)
(Leggi Tutto... | 3636 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0)



Curiosità (Maggio 2015)
Gruppo

CURIOSITA’

L’ho scoperta per caso questa  “ curiosità “ ed è talmente curiosa che mi permetto di girarvela: se poi la conoscete già, va bene niente di grave. A me è piaciuta da subito e per questo  …. insomma, mi direte, di che cosa si tratta?  della Regola delle  10 P. L’origine di questo enunciato, a detta di alcuni, si perde nella nebbia dell’antica Grecia, altri lo  attribuiscono alla tradizione pugliese,   addirittura sembra campeggi  nello stemma di qualche casato e via di questo passo … comunque sia la valenza di  quanto viene dichiarato è di innegabile attualità per tutti, nessuno escluso: sarebbe auspicabile che per ciascuno di noi, a partire dal sottoscritto, sia ritenuta l’etica fondamentale nel rapporto fra persone che si ritengono civili. In ossequio  alla legittima curiosità eccovi il testo:  Prima Pensa Poi Parla  Parole Parole Poco Pensate Portano Pena: voilà, svelato il mistero delle 10 P  che ve ne pare?  a me sembra che come deterrente, o meglio, regola di vita  sia molto valida. Mi lascia basito la costante visione di persone di ogni ceto, di ogni età incollate  a telefoni e/o cellulari: passeggiando, in  macchina, in casa, nei posti più disparati: spero che  tutta quell’alluvione di parole sia regolamentata   da questa regola: ma forse rimane solo una speranza, un pia illusione …

                                                                                             Pio

Postato da morang il (11181 letture)
(Leggi Tutto... | 4 commenti | Voto: 0)



246 articoli per l'argomento Gruppo
(9 pagine. - 30 articoli per pagina)

Vai alla pagina

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9
Calendario Eventi
Febbraio 2019
  1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
 
Nessun evento oggi.

Notiziario
Documento senza titolo
Ultimo numero del notiziario Febbraio 2019

www.ana.it
Documento senza titolo
Visita il portale ufficiale dell'Associazione Nazionale Alpini

ana.milano.it
Documento senza titolo
Dalla sezione

Veci e Bocia
Documento senza titolo
Leggi il notiziario della Sezione

WikiPedia
Cerca in WikiPedia

made for PHP-Nuke
by Claus Bamberg


Sondaggio
Cosa pensi di questo sito?

Ummmm, niente male
Bello
Orribile
Il migliore!
Discreto



Risultati
Sondaggi

Voti: 33
Commenti: 61


 
Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke